Intel annuncia la nuova serie di processori Itanium 9500

Sono basati su una nuova architettura che include un numero doppio di core e  fornisce una scalabilità  da 2 a 4 volte maggiore, i processori Intel Itanium 9500 annunciati ieri.

Rispetto alla generazione precedente la velocità  di I/O è stata migliorata del 33% e per la prima volta fa la sua comparsa a bordo la tecnologia Intel Instruction Replay che identifica e corregge automaticamente gli errori nelle istruzioni del processore. Intel ha fatto sapere che le generazioni future dei processori Intel Itanium adotteranno il Modular Development Model, ovvero un modulo innovativo che consente di mettere a fattor comune alcune risorse nello sviluppo delle  famiglie di processori Intel Itanium e Intel Xeon E7: ad esempio condividendo il design di alcuni componenti di silicio o la piena compatibilità   dei socket.

La nuova serie Intel Itanium 9500 è la scelta ideale là  dove c’è una grande richiesta di carichi di lavoro, come le applicazioni di database e di Erp. Tanto per dare un ordine di grandezza delle prestazioni, Intel sottolinea che i sistemi basati sui processori Itanium sono adottati nei tre quarti delle prime 100 società  dei settori industriale, aerospaziale, dell’energia e delle telecomunicazioni.

In un mondo dove le prestazioni informatiche sono sempre  più decisive per la competitivà  delle imprese e dove l’accesso alle risorse deve essere sempre più immediato, la famiglia di processori Intel Itanium 9500 risponde esattamente a questi requisiti di affidabilità , immediatezza e capacità  di svolgere alti carichi di lavoro. Nel cuore dei processori Itanium serie 9500 ci sono 3,1 miliardi di transitor; il doppio dei core supportati finora (8 invece di 4); fino a 54 MByte di memoria integrata sul processore (on-die memory) e moduli DIMM a basso voltaggio con fino a 2 TByte di capacità , in una configurazione a 4 socket.

La velocità  dei processori Intel Itanium 9500 è stata migliorata del 40% rispetto alla generazione precedente e in una configurazione a più basso dispendio energetico. Le nuove frequenze vanno da 1,73 GHz con un consumo di 130 watts fino a 2,53 GHz e un consumo di 170 watt.

La serie di processori Intel Itanium 9500 è già  disponibile con prezzi che vanno da 1350 dollari a 4650 dollari per moduli da 1000 unità .

PCProfessionale © riproduzione riservata.