Intel cancella i primi prodotti Larrabee, ma il progetto prosegue

I primi prodotti basati sul chip X86 “multiuso” di Intel, nome in codice Larrabee, non arriveranno mai sul mercato. Le prime schede prodotte dall’azienda, pronte presumibilmente nel corso dei primi sei mesi del 2010, saranno infatti utilizzate solo dagli sviluppatori, per migliorare il progetto e proseguire verso l’obiettivo dichiarato.

larrabee-pci.gif
Un’immagine di una futura scheda Larrabee, per grafica e calcolo parallelo

Le prestazioni dei primi modelli, utilizzando le conoscenze tecniche e i processi produttivi attuali, non sarebbero infatti in grado di eguagliare quelle offerte in ambito grafico da AMD e Nvidia, avvicinandosi ad essi (e superandoli in alcuni ambiti) nel solo calcolo scientifico. I problemi di Intel non sarebbero però relativi all’hardware utilizzato ma bensì al software necessario a Larrabee.

Per funzionare al meglio in ambito scientifico la scrittura di codice è infatti non troppo complessa, riuscendo a riutilizzare buona parte delle tecniche X86 attuali. Il problema maggiore è quello del supporto 3D nei giochi e nei programmi tridimensionali in genere, ambiente in cui AMD e Nvidia hanno ormai molti anni di esperienza nella scrittura di driver adatti a spremere al massimo le schede dedicate. Intel in questo particolare settore ha ancora molto da lavorare.

Le previsioni per il futuro sono comunque buone, nel corso dell’anno i primi sample di Larrabee serviranno agli sviluppatori per prendere confidenza con il nuovo modello di programmazione su larga scala offerto dal modello multi Cpu X86 Intel, mentre per la fine del 2010, o al più tardi all’inizio del 2011, vedremo le prime soluzioni commerciali per tutti.

PCProfessionale © riproduzione riservata.