iPhone 4 non ti soddisfa? Apple rimborsa

Dopo i vari problemi che hanno afflitto alcuni utenti Apple alla prese con il nuovo iPhone 4, l’azienda di Cupertino ha modificato i termini del contratto permettendo a chiunque non sia soddisfatto del prodotto di restituirlo entro 30 giorni dall’acquisto in cambio di un rimborso completo.PAYPAL IPHONE

Negli Stati Uniti i consumatori potranno riportare in negozio iPhone 4 (con scatola, manuali e scontrino) e ricevere in cambio il prezzo pagato per l’acquisto. Chi avesse comprato il telefono online, dovrà  invece spedirlo ad Apple stessa, con un riaccredito seguente sulla carta di credito usata per l’acquisto. Il processo di restituzione bloccherà  inoltre i contratti telefonici in abbonamento in atto, senza penali per i consumatori (a patto che l’abbonamento non fosse precedente all’acquisto di iPhone 4 ma legato a quest’ultimo). Dopo i 30 giorni si potrà  restituire l’apparecchio pagando una penale di 175 dollari per il periodo di abbonamento restante; esattamente come in precedenza e, con tariffe simili, anche in Italia.

Apple ha comunque spiegato il problema dell’antenna e della ricezione. A quanto pare, secondo le dichiarazioni Apple il problema risiederebbe soprattutto in un’errata gestione delle “tacche di segnale” di iPhone 4, che continuerebbe a mostrare 5 tacche anche in condizioni di segnale quasi assente. Coprendo l’antenna con la mano il campo diventerebbe insufficiente per le comunicazioni e si passerebbe istantaneamente da 5 tacche (fittizie) a zero segnale. In realtà , secondo Apple, la misurazione corretta del segnale in quelle condizioni dovrebbe essere di 1 o al massimo 2 tacche, e il posizionamento di una mano a copertura dell’antenna e del debole segnale provocherebbe (come in ogni altro smartphone) la caduta della linea. Queste misurazioni errate saranno corrette con il prossimo aggiornamento firmware. Nei nostri test di laboratorio verificheremo quanto detto da Apple corrisponda a piena verità .

Nessun Articolo da visualizzare