Dell notebook

News

Le novità  di Dell per il 2016

Pasquale Bruno | 7 Marzo 2016

In un evento dedicato alla stampa Dell ha presentato la line-up dei propri prodotti dedicati al business e in particolare […]

In un evento dedicato alla stampa Dell ha presentato la line-up dei propri prodotti dedicati al business e in particolare i nuovi prodotti mobile come notebook e convertibili della serie Latitude nonché le workstation portatili della serie Precision.
Uno dei prodotti più interessanti è senza dubbio l’ultraportatile Dell Latitude 13 7370, che l’azienda definisce il più leggero e sottile portatile business attualmente in commercio. In effetti i dati dichiarati sono notevoli: ha un display da 13,3″ ma pesa appena 1,1 kg, con uno spessore di 1,4 cm. Il segreto sta nell’adozione dei processori Intel Core m (anziché i classici Core i5 o Core i7) che hanno un consumo molto ridotto e non hanno bisogno di ventole.

dell_latitude_e7370
Per la prima volta viene introdotto il display Infinity Edge su un prodotto del genere, nelle varianti Full Hd oppure Quad HD+ (3.200 x 1.800 pixel). Il retro del display è realizzato in fibra di carbonio di nuova generazione, tra l’altro ottenuta da Dell tramite un processo di riciclo. Può utilizzare fino a 16 GB di memoria Ram e un modulo Ssd M.2 con capacità  fino a 512 Gbyte.

Rispetto al simile modello XPS, destinato al mondo consumer, qui ci sono importanti differenze: oltre ai materiali già  citati, troviamo la disponibilità  di un modulo 4G per la connessione a Internet via rete cellulare e la possibilità  di implementare sistemi di sicurezza aggiuntivi come il lettore di Smart Card o il sensore biometrico per le impronte digitali. Supporta la tecnologia di management Intel vPro e i software Dell dedicati alla gestione e alla sicurezza come ControlVault.
Grazie alle due porte Thunderbolt 3 è possibile collegare la nuova docking avanzata di Dell che mette a disposizione uscite video Hdmi, DisplayPort, Vga, Ethernet e Usb. La dock è disponible anche in versione Usb Type C.
Maneggiandolo si ha una sensazione di estrema robustezza: il display è molto sottile ma non si flette, la tastiera ha un buon feedback nonostante lo scarso spazio a disposizione e la tecnologia Infinity Edge ha permesso di ridurre moltissimo i bordi del monitor, massimizzando l’area utile.

L’unico dubbio è nell’adeguatezza della piattaforma hardware scelta. Non solo come pure potenza di calcolo, che su un Core m è un po’ un punto debole, ma anche per quanto riguarda la gestione di un display con risoluzione 3.200 x 1.800 pixel da parte della modesta Gpu integrata. La disponibilità  è prevista per il mese di marzo; i prezzi non sono stati comunicati.

Dell Latitude E5470

Dell Latitude E5470

Altri modelli interessanti sono i Latitude serie 5000, nelle versioni con display da 12, 14 e 15 pollici. In particolare il modello intermedio da 14″ è da sempre il cavallo da battaglia di Dell per chi cerca un notebook professionale potente ma non troppo ingombrante. Denominato ora Latitude E5470, utilizza processori Skylake fino al Core i7, fino a 16 GB di memoria Ddr4 e moduli Ssd M.2 fino a 512 GB (anche Pci-E) con la possibilità  di inserire un secondo disco in un vano da 2,5″.
Le risoluzioni del display variano tra 1.366 x 768 e 1.920 x 1.080 pixel, la Gpu può essere Intel o AMD (Radeon R7 M360). Non ultimo, il design è stato profondamente rinnovato e ora il peso parte da 1,7 Kg, con spessore di 2,3 cm. I prezzi partono da 719 euro, Iva esclusa.

Dell Precision 15 5000

Dell Precision 15 5000

Per chi vuole la massima potenza portatile c’è la workstation Precision 5000, che nella versione da 15″ (denominata 5510) stupisce per lo spessore e il peso ridotti, 1,2 cm per 1,78 kg, considerato l’hardware che c’è dentro. I processori sono Xeon, Core i5 o Core i7 tutti quad core, la memoria Ddr4 arriva fino a 32 Gbyte e si possono usare due dischi, uno allo stato solido su slot M.2 Pci-E fino a 1 TB e uno tradizionale da 2,5″.
Il display UltraSharp da 1.920 x 1.080 pixel può essere sostiutito con il più avanzato PremierColor con tecnologia Igzo e risoluzione di 3.840 x 2.160 pixel. La Gpu è di classe Nvidia Quadro ed è certificata per i vari software professionali di grafica.

Se ripensiamo a una workstation portatile di due anni fa, questa nuova Precision appare incredibilmente sottile e leggera per l’hardware e la potenza che può manifestare. Ha un solo difetto, il prezzo non proprio alla portata di chiunque. La versione base parte da 1.474 Euro Iva esclusa, ma per una configurazione di fascia media (neanche top di gamma) si arriva a spenderne il doppio.

Dell Latitude 12 7000

Dell Latitude 12 7000

Per quanto riguarda i convertibili invece, segnaliamo il Dell Latitude 12 7000 (codice 7275), un 2 in 1 con display da 12,5 pollici disponibile in due risoluzioni , una classica Full Hd e la più avanzata Ultra Hd da 3.840 x 2.160 pixel.
Anche in questo caso troviamo processori Core m e un quantitativo di memoria variabile tra 4 e 8 Gbyte. Lo storage parte da 128 Gbyte su modulo M.2 e le porte standard prevedono due Usb type C e un lettore di schede Sd/micro Sd. Il peso è di 730 grammi e può essere dotato anche di un modem 4G/Lte.

Oltre a poter utilizzare la nuova dock con connettore Usb type C, sono disponibili due tastiere aggiuntive: una sottile e leggera, che funge anche da cover, ma che ha comunque i tasti meccanici e un ampio touchpad, la seconda che funge da base, con tasti più comodi e più rigida. Peccato per il display lucido che tende a riflettere molto la luce ambiente; su un prodotto del genere può essere un problema (si nota bene anche dalla foto). Il prezzo di partenza è di 1.249 euro, Iva esclusa.

Whamageddon cos è come funziona sfida last christmas

News

Whamageddon: cos’è e come funziona la sfida natalizia

Martina Pedretti | 3 Dicembre 2022

Whamageddon

Come ogni anno Natale sta arrivando e ha inizio la Whamageddon: cos’è e come funziona la sfida natalizia che vieta di ascoltare Last Christmas

Sui social impazza la Whamageddon: vietato ascoltare Last Christmas fino a Natale

L’avvento è iniziato e ogni anno l’avvicinarsi delle feste natalizie significa riuscire a comprare regali, finire gli esami e sopravvivere a cene di lavoro e di famiglia. Ma forse non sapete che molti cercano anche di uscire indenni da una grande sfida: il Whamageddon.

Cos’è il Whamageddon? Si tratta di una sfida nata nel 2010 da un gruppo di ragazzi della Danimarca. Nel 2018 un tweet del comico britannico Romesh Ranganathan fa diventare questa challenge virale, e tutto il mondo inizia a giocarci.

Ma come funziona? Le regole del Whamageddon sono poche e semplici, e lo stesso nome le chiarisce da subito. I giocatori devono infatti resistere il più a lungo possibile senza ascoltare Last Christmas degli WHAM. Il periodo in cui si svolge la sfida va dal 1° dicembre alla Vigilia di Natale.

L’obiettivo è quindi quello di arrivare al giorno di Natale senza aver mai sentito durante tutto dicembre la canzone Last Christmas degli WHAM. Si tratta di una sfida pressoché impossibile, perché vale tutto: dalle radio, agli spot TV, ai programmi, alla musica di sottofondo dal dottore. Nessun posto è sicuro, nemmeno casa degli amici o la palestra.

Un’eccezione la fanno però le cover di Last Christmas: infatti solo la versione originale non può essere udita durante il Whamageddon.

Dal momento in cui si riconosce che la canzone che le nostre orecchie stanno captando è Last Christmas, si perde la sfida. Sui social sta già impazzando l’hashtag #whamageddon, dove alcuni tentano di ingannare altri utenti, mentre altri si autodenunciano dicendo di essere già stati eliminati.

Come vincere quindi Whamageddon e rimanere indenni fino a Natale? No allo shopping nei negozi, se vi piace ascoltare la musica natalizia fate la vostra playlist natalizie senza Last Christmas e usate sempre le cuffie a volume altissimo mentre siete in luoghi pubblici. Tassativo è non ascoltare mai la radio, le insidie si nascondono proprio lì.

Infine, come specifica il sito ufficiale del gioco, chiunque può mandare i propri amici nel Whamhalla, ma è sconsigliato farli perdere apposta. Infatti il Whamageddon è un gioco di sopravvivenza, non un Hunger Games. Anche se in ogni caso vi auguriamo che la fortuna possa sempre essere a vostro favore. Buoni giochi.

WhatsApp inverte il numero di telefono con il nickname nella chat

Android | News

WhatsApp inverte il numero di telefono con il nickname nella chat

Andrea Sanna | 2 Dicembre 2022

WhatsApp

Per chi è in possesso di un smartphone Android WhatsApp nella chat inverte il numero di telefono di ogni utente con il nickname

Se su iOS sta per arrivare la funzione per poter cercare i messaggi in una chat WhatsApp in base alla data, le novità non sembrano mancare anche sul fronte Android. Proprio il sistema operativo per tenersi al passo con i tantissimi accorgimenti apportati nella piattaforma, vuole accontentare i propri utenti.

WhatsApp beta in versione 2.22.25.9 rende noti alcuni cambiamenti, in attesa di un’altra novità legata all’appannaggio dei tablet. Ma soffermiamoci su quanto sappiamo al momento.

Sui gruppi WhatsApp spesso vi capita di trovarvi a parlare con alcune persone di cui però non avete registrato il numero di telefono. Attualmente l’applicazione mostra per primo il numero e poi il nickname di riconoscimento dell’utente. Con il nuovo aggiornamento ci sarà una piccola ma notevole variazione.

Pare infatti che sarà proprio il nomignolo scelto da ciascun utente ad aver maggior rilevanza e andrà a invertirsi proprio con il numero di telefono, che sarà sempre presente, ma avrà un’importanza minore.

Ma vediamo il lato pratico. Come potete vedere da questi due screenshot a confronto nel primo vediamo appunto il numero di telefono (oscurato) e in piccino l’user dell’utente. Grazie a questa nuova funzione di WhatsApp, invece, i due saranno invertiti, come nella seconda immagine.

La funzione di WhatsApp per Android
La funzione di WhatsApp per Android

Sicuramente non si tratta di un chissà quale aggiornamento fondamentale, ma è sicuramente un piccolo accorgimento in grado di migliorare l’esperienza con l’applicazione. In particolar modo, poi, nei gruppi numerosi di WhatsApp, dove spesso ci si trova a che fare con numeri non presenti nella propria rubrica telefonica.

Un modo come un altro, quindi, per identificare subito, mediante il nickname, le persone con cui si ha a che fare in quel momento, anche se non si conoscono personalmente. Si tratta di una piccola comodità che WhatsApp vuole fornire ai propri utenti.

Qui di seguito altre novità….

Giochi in uscita dicembre 2022 Ps4, Ps5, Switch, Xbox, PC

News | Videogame

Giochi in uscita dicembre 2022 | Ps4, Ps5, Switch, Xbox, PC

Martina Pedretti | 2 Dicembre 2022

Videogiochi

I giochi in uscita a dicembre 2022 Gli amanti dei videogiochi sapranno come divertirsi questo mese, dato che i giochi in […]

I giochi in uscita a dicembre 2022

Gli amanti dei videogiochi sapranno come divertirsi questo mese, dato che i giochi in uscita dicembre 2022 sono tanti e particolarmente interessanti.

Molti titoli faranno il loro debutto sulla piattaforma di gioco Nintendo Switch, altri su Playstation 4, su PlayStation 5, su Xbox One, Xbox One X e su PC.

Ecco quali sono i giochi in uscita a dicembre 2022.

I giochi più importanti di dicembre 2022

  • Marvel’s Midnight Suns – dal 2 dicembre su PC, PS5 e XSX;
  • The Callisto Protocol – dal 2 dicembre su Pc, PS5, Xbox Series X|S, PS4 XBO;
  • Need for Speed Unbound – dal 2 dicembre su PC, PS5 Xbox Series X|S;
  • Dragon Quest Treasures – dal 9 dicembre su Nintendo Switch;
  • Crisis Core –Final Fantasy VII– Reunion – dal 13 dicembre su PC, PS5, Xbox Series X|S, PS4, XBO Switch;
  • High on Life – dal 13 dicembre su PC, XSX e XOne;
  • The Witcher 3: Wild Hunt – dal 14 dicembre su Ps5 e XSX.

Altri giochi in uscita a dicembre 2022

  • Dwarven Skykeep – dall’1 dicembre su PC
  • Inscryption – dall’1 dicembre su Switch
  • Gundam Evolution – dall’1 dicembre su PS5, Xbox Series X|S, PS4 XBO
  • Romancing SaGa -Minstrel Song- Remastered – dall’1 dicembre su PC, PS5, Switch PS4
  • Papetura – dall’1 dicembre su Switch
  • Resident Evil Village: Shadows of Rose – Cloud Version – dal 2 dicembre su Switch
  • Fortnite Capitolo 4 – dal 4 dicembre su PC, PS5, Xbox Series X|S, Switch, PS4 XBO
  • Swordship – dal 5 dicembre su PC, PS5, Xbox Series X|S, Switch, PS4 XBO
  • Back 4 Blood: River of Blood DLC – dal 6 dicembre su PC, PS5, Xbox Series X|S, PS4 XBO
  • Hello Neighbor 2 – dal 6 dicembre su PC, PS5, Xbox Series X|S, PS4 XBO
  • Impaler – dal 6 dicembre su PC
  • Knights of Honor 2: Sovereign – dal 6 dicembre su PC
  • Sunshine Shuffle – dal 6 dicembre su PC
  • Divine Knockout – dal 6 dicembre su PC, PS5, Xbox Series X|S, PS4 e XBO
  • Kynseed – dal 6 dicembre su PC
  • Firefighting Simulator – The Squad – dal 6 dicembre su PS5, Xbox Series X|S, PS4 XBO
  • Kukoos – Lost Pets – dal 6 dicembre su Switch PS4
  • Alaskan Truck Simulator – dal 7 dicembre su PC, PS5, Xbox Series X|S, PS4 e XBO
  • Hubris – dal 7 dicembre su PC VR
  • Togges – dal 7 dicembre su PC, PS5, Xbox Series X|S, Switch, PS4 e XBO
  • Chained Echoes – dall’8 dicembre su PC, PS5, Xbox Series X|S, Switch, PS4 e XBO
  • Witch On The Holy Night – dall’8 dicembre su Switch PS4
  • NecroBouncer – dall’8 dicembre su PC
  • The Rumble Fish 2 – dall’8 dicembre su PC, PS5, Xbox Series X|S, Switch, PS4 e XBO
  • Adventure Academia: The Fractured Continent – dal 9 dicembre su PS4 Switch
  • IXION – dal 12 dicembre su PC
  • Wavetale – dal 12 dicembre su PC, PS5, Xbox Series X|S, Switch, PS4 e XBO
  • Infinite Guitars – dal 13 dicembre su PC, Switch XBO
  • Formula Retro Racing – World Tour – dal 14 dicembre su PS5, Xbox Series X|S, Switch, PS4 e XBO
  • Aka – dal 15 dicembre su Switch
  • Blacktail – dal 15 dicembre su PC, PS5 Xbox Series X|S
  • Resident Evil 7 – Biohazard: Cloud Version – dal 16 dicembre su Switch
  • Nakara: Bladepoint – dal 22 dicembre su XBO

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.