L’Eee Pc viola la licenza GPL?

Asus Eee PCNei giorni scorsi abbiamo parlato del nuovo ultraportatile Asus, rivoluzionario prodotto che sta scalando le classifiche di vendita negli Stati Uniti. Le ultime notizie sono invece decisamente differenti, Asus potrebbe infatti incorrere in problemi legali legati al sistema opertativo Linux installato.

Cliff Biffle, un programmatore che ha di recente acquistato il piccolo Eee Pc di Asus, ha come prima cosa deciso di curiosare nel sistema operativo basato su Xandros Linux installato sulla macchina, scoprendo alcuni dettagli di non poco conto.

Il punto fondamentale, senza entrare troppo nei tecnicismi, è che un modulo del kernel del sistema opertivo: “asus_acpi” è stato modificato rispetto a quello presente nel kernel Linux 2.6.14. La modifica di un modulo del kernel (una porzione di codice alla base del sistema operativo) è un’operazione permessa, ma la licenza di Linux prevede che chiunque modifichi una parte del sistema ne renda anche pubblici i sorgenti. Asus sembra essersene dimenticata.

Il produttore, dopo essere stato informato, ha pubblicato sul proprio sito circa 1,8 Gbyte di sorgenti, relativi al sistema operativo del piccolo portatile. Nei file in questione non sono però ancora presenti i moduli del kernel.

Se Asus non dovesse accogliere le richieste di rilascio pubblico dei sorgenti “incriminati” potrebbe incorrere in seri problemi legali, capaci anche di minare la commercializzazione dell’Eee Pc.

Data la particolarità  della questione speriamo che Asus regolarizzi la propria posizione con la comunità  open source, in modo da vedere l’Eee Pc al più presto anche qui in Italia.

Nessun Articolo da visualizzare