L’Europa dei 27 sotto la lente di Eurostat: social media, news e viaggi on line

Il 70% dei cittadini europei ha un accesso a Internet a banda larga, più della metà  posta quotidianamente messaggi sui social network e un buon 60% legge notizie e si informa on line. Questi sono gli ultimi dati diffusi da Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione Europea,  sull’uso delle tecnologie informatiche tra i 27 stati membri.

Rispetto al 2006 è cresciuta in modo significativo la percentuale degli utenti abilitati all’Internet a banda larga, passata dal 30% al 70% . Tutti i paesi europei arrivano ad avere almeno la metà  dei cittadini connessi in banda larga, Italia compresa, ma le nazioni più avanzate, come Germania, Olanda, Uk, Danimarca, Svezia e Finlandia, hanno tassi di penetrazione dell’ 80% per il broad band e del 90% come accesso a Internet in generale.

La posta elettronica e la ricerca di informazioni restano ancora le attività  più diffuse ovunque (89% dei cittadini ha utilizzato Internet a questo scopo nell’ultimo mese) ma nel 2012 sono cresciuti molto anche l’Internet banking (54%) l’uso dei social network (52%) e dei servizi web legati all’acquisto e prenotazione di viaggi (50%).

Cala un po’ la tendenza a creare siti web personali e blog, anche se il 9% degli utenti Internet ha dichiarato di avere già  realizzato un blog o una pagina web personale.

Venendo ai dati italiani il 63% dei cittadini ha un accesso a Internet contro una media europea del 76%, e il 55% accede attraverso una linea a banda larga, contro la media europea del 72%. Nel nostro paese le attività  più diffuse sono la lettura di news e quotidiani (55%), la consultazione e l’uso dei social network (52%); la ricerca di informazione sui viaggi e l’uso dei siti dedicati (47%); l’Internet banking (37% )  e la creazione di siti web e blog che però interessa solo un 6% degli utenti.

Infine qualche curiosità : paesi come Lituania ed Estonia sono risultati in testa alla classifica per quanto riguarda l’abitudine a leggere le news on line ( 91%); la Francia invece è la nazione dove questa percentuale è più bassa: solo il 38% legge i quotidiani on line  La Finlandia detiene il primato per quanto riguarda l’Internet banking (utilizzato dal 91% degli utenti) e il travel on line (69%).

Il Portogallo batte tutti sul fronte dei social media (75% degli utenti posta messaggi) mentre Francia e Germania non sembrano avere grandi affinità  con i social network, utilizzati solo dal 40% degli utenti Internet. Per concludere, Olanda e Ungheria risultano grandi consumatori di blog e siti personali, con una proporzione di utenti dediti a questa attività , doppia rispetto alla media europea dei 27.

Nessun Articolo da visualizzare