Magazine

Applicativi multipiattaforma

Giorgio Panzeri | 30 Novembre 2007

Non sono mai stato un patito di OpenOffice. Scrivo da tempo con Word e conosco abbastanza bene le funzioni avanzate […]

OpenOfficeNon sono mai stato un patito di OpenOffice. Scrivo da tempo con Word e conosco abbastanza bene le funzioni avanzate di Excel. Uso costantemente PowerPoint per le presentazioni. Molto deriva dall’abitudine: sono anni che colloquio con l’interfaccia di Office e la conosco bene.
Ultimamente però le cose stanno cambiando. Innanzitutto lavoro su più piattaforme: al Pc con Windows ho affiancato un Mac con OS X e sul notebook ho Linux. Il proliferare di piattaforme mi ha messo davanti alla scelta dell’applicativo da usare. In realtà  riuscivo a lavorare con Microsoft Office su tutte e tre le piattaforme, e con coerenza di interfaccia. Su Pc ho Office 2003, sul Mac lavoro con Office 2004 per Mac e su Linux faccio girare lo stesso Office 2003 in emulazione con Wine o il più comodo CrossOver Codeweaver.
Ora però mi stanno sorgendo alcuni problemi. Innanzitutto, forse per pigrizia o più semplicemente come già  detto per abitudine, non riesco a lavorare bene con la nuova interfaccia di Office 2007. Non mi ci trovo, mi mancano i menu a discesa della vecchia versione con il loro ordine fisico e mentale. Inoltre, lo stesso prodotto non gira in emulazione sotto Linux. E Office 2008 per Mac arriverà  il prossimo anno e sarà  molto simile a Office 2007 per Windows. Cosa fare? OpenOffice funziona bene e in modo coerente su tutte e tre le piattaforme (sotto Mac preferisco NeoOffice che deriva in tutto da OpenOffice). E piano piano mi sto abituando. Assomiglia molto a Office 2003.
Mi chiedo: non è che Microsoft ha fatto un errore strategico con Office 2007 introducendo una nuova interfaccia che spiazza molti “vecchi” utenti dell’applicativo? È vero che è fortemente integrato con Vista (l’interfaccia, perché il programma funziona benissimo anche con XP), ma non richiede troppi sforzi per abituarsi? Dopotutto Il 95% degli utenti usa Word per scrivere ed Excel per far di conto. Sono pochi coloro che sfruttano le funzioni avanzate di questi applicativi.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.