Assembla il tuo Pc e personalizzalo

AMD mi ha inviato un articolo che reputo interessante e vi pubblico. Non si parla di prodotti o marche ma è un pezzo nel quale si invita chi è studente a costruirsi da solo il proprio Pc, personalizzandolo in base alle proprie esigenze.

Leggetelo e ditemi poi cosa ne pensate.

Vuoi un computer per studiare che sia veramente adatto a te? Perché non te lo costruisci come vuoi tu?

Motherboard at work.Se sei uno studente in cerca di un computer che possa aiutarti negli studi, è probabile che tu abbia già  in mente una precisa lista di requisiti tecnici e un budget ben definito per l’acquisto. Se vuoi comunque  risparmiare (e hai anche una sufficiente conoscenza tecnica), puoi valutare la possibilità  di costruire da te il tuo computer. Avrai così la possibilità  di realizzare una macchina che risponda perfettamente alle tue esigenze, e in più potrai sfruttare l’ulteriore vantaggio di fare gli aggiornamenti che ritieni necessari.

Prima di iniziare a costruire il tuo computer è importante definire l’utilizzo che intendi farne. I computer possono essere infatti costruiti in molti modi diversi, con prestazioni diverse a secondo dell’uso.

Sei uno studente di design che ha bisogno di un PC in grado di produrre contenuti multimediali? Devi realizzare musica? O il tuo computer verrà  usato principalmente per fare ricerche in Internet o per scrivere dei testi? Oppure vuoi forse un PC da gioco per rilassarti dopo lo studio, o per utilizzarlo come centro multimediale per i tuoi film e la tua musica? Rispondere a queste domande potrebbe rendere molto più semplice il processo d’acquisto, permettendo di eliminare, dalla lista, sin da subito molti componenti che non utilizzeresti.

Una volta stabilito ciò che intendi fare con il tuo computer, puoi calcolare il tuo limite di spesa. Il grande vantaggio legato alla scelta di costruire da sé il proprio computer è il fatto di poter sempre acquistare nuovi componenti per potenziarlo anche in un secondo tempo, limitando così la spesa iniziale. Il computer non deve essere infatti ottimizzato per qualsiasi utilizzo ma basta decidere quali siano i componenti più importanti e investire su di essi.

Dovresti poi cercare di informarti il più possibile sui computer disponibili sul mercato e le loro caratteristiche tecniche in modo da poter prendere decisioni più accurate. Le  recensioni realizzate, sia da parte degli esperti sia dei clienti, ti aiuteranno a raccogliere le opinioni in merito e a favorire così la tua scelta. Potrai chiedere anche un parere ai tuoi amici (se ti fidi della loro opinione), ma ricorda che non tutti hanno i tuoi stessi bisogni. Infine non dimenticare che molti componenti hanno punti di forza e punti di debolezza, quindi dovrai valutarli in funzione delle tue specifiche necessità .

Dovresti inoltre tenere in considerazione la dimensione e la forma del tuo computer (quello che i maniaci della tecnologia amano chiamare il “fattore-forma”). Desideri un prodotto piccolo e silenzioso che si adatti a qualsiasi ambiente? Oppure per il design e l’estetica sono più importanti delle dimensioni? Il “fattore-forma” del tuo case e della scheda madre diventano quindi un fattore di scelta importanti: se lo spazio non è un problema, non avrai bisogno di limitare le tue scelte ma se disponi di uno spazio ridotto dovresti considerare l’ipotesi di una scheda madre di piccole dimensioni ma in grado di fornire elevate prestazioni, come l’mATX.

La potenza è d’importanza vitale nell’assemblaggio di un computer. Se accetti un compromesso sulla qualità  e le performance dell’unità  d’alimentazione (PSU), potresti poi andare incontro a delle difficoltà  nel momento in cui vorrai fare un aggiornamento. Potrai infatti acquistare componenti più potenti, ma questo non sarà  di grande utilità  se la PSU non riuscirà  a fornire loro la potenza necessaria. I computer attualmente in commercio con due o più core avranno bisogno di una PSU di almeno 500 W ma, se pensi di voler fare un aggiornamento in futuro, sarebbe meglio acquistarne uno con una potenza superiore.  Rivolgiti inoltre a un venditore affidabile: una PSU di scarsa qualità  potrebbe fornire molta meno potenza di quella dichiarata!

Un’altra riflessione riguarda il processore. La potenza di calcolo dipende in larga misura dalla potenza di elaborazione del computer. In origine, i processori venivano realizzati con un solo core, ma ciò comportava che il computer era in grado di elaborare una sola operazione per volta. I processi multi-core sono stati ben presto sviluppati in modo da migliorare l’efficienza – ora per i sistemi desktop sono disponibili processori a due, tre, quattro e sei core – e tutti implementano la multielaborazione in uno spazio fisico singolo. Ma quali sono le differenze, e qual è quello più adatto a te?

In generale, a un numero più elevato di core corrisponde un incremento in termini di velocità  e capacità  di elaborazione del tuo computer. Le applicazioni si caricano più velocemente e impiegano meno tempo per completare il loro lavoro, mentre film e videogiochi traggono beneficio dalla disponibilità  di core più veloci che permettono la gestione di un frame rate più elevato per l’animazione e la grafica. Fondamentalmente il computer è in grado di gestire un maggiore numero di compiti e di portarli a termine in meno tempo, o anche in tempo reale, e la qualità  visiva dell’output ottiene un significativo miglioramento. Ovviamente, a un incremento dei core corrisponde anche un aumento del prezzo – ma l’elemento importante da ricordare è il valore che se ne ottiene, oltre al fatto di pagare il prezzo giusto per le prestazioni di cui hai bisogno.

Come già  accennato, anche le possibilità  di aggiornamento sono importanti nel momento della scelta della piattaforma e della realizzazione del proprio computer. Dovresti per esempio assicurarti di essere in grado di aggiornare il sottosistema grafico, specialmente se hai a disposizione un budget ridotto e decidi di fare solamente un piccolo investimento economico nella fase iniziale. La grande possibilità  che deriva dalla realizzazione di un computer fai-da-te è che puoi continuare a costruirlo poco alla volta, man mano che riesci a mettere da parte il denaro necessario per nuovi componenti.

3

Se pensi infine di utilizzare il tuo computer soprattutto per giocare, sappi che una potente scheda per l’elaborazione grafica (GPU) è essenziale. Una buona GPU garantisce inoltre altri vantaggi rispetto alle sole performance di gioco. Può per esempio rendere possibile un risparmio di energia mentre stai guardando un DVD e può aiutare a velocizzare la transcodifica dei video sul tuo lettore MP3. Inoltre, se stai frequentando un corso di multimedia o di design, una buona GPU è indispensabile.

Riassumendo, sono otto i punti da tenere in considerazione nella realizzazione di un computer fai-da-te:

  1. Scegli il suo utilizzo – A cosa mi serve il computer?
  2. Definisci il tuo budget – Quanto sei in grado di spendere?
  3. Fai la tua parte – Cerca tutte le informazioni che riesci a trovare!
  4. Sceglilo della giusta dimensione – Hai bisogno di un computer compatto o di un gigante per giocare?
  5. Potenzialo – Investi nella potenza e acquista una buona PSU.
  6. Acquista il numero di core necessario per le tue esigenze.
  7. Scegli la giusta configurazione grafica – Per alcuni l’immagine è tutto, quindi compra una buona GPU.
  8. Programma gli aggiornamenti – Pianifica i miglioramenti da apportare nel tempo al tuo computer attraverso l’acquisto di nuovi componenti.

Fonte: AMD

Nessun Articolo da visualizzare