Magazine

La tua banda larga è sicura?

Giorgio Panzeri | 5 Giugno 2008

Non vi è mai venuto il dubbio che qualcuno si sia collegato al vostro Wi-fi? Siete assolutamente certi che nessuno stia sfruttando la vostra banda larga? La domanda non è peregrina. Da una recente indagine risulta che sono ancora molti i possessori di un modem router Wi-fi che non cifrano il segnale o che hanno protezioni blande, facilmente aggirabili.

Non vi è mai venuto il dubbio che qualcuno si sia collegato al vostro Wi-fi? Siete assolutamente certi che nessuno stia sfruttando la vostra banda larga? La domanda non è peregrina. Da una recente indagine risulta che sono ancora molti i possessori di un modem router Wi-fi che non cifrano il segnale o che hanno protezioni blande, facilmente aggirabili.

ladroz.jpgMi direte: “Vabbeh, che problema c’è”? Problemi ce ne possono essere tanti. E non sto pensando ad hacker che girano per la città  con fare sospetto, con antenne e sniffer per craccare la vostra rete e sfilarvi i dati da sotto il naso. No, no, per rubarvi i dati ci sono tanti altri modi, molto più comodi. Non è l’hacker il personaggio più pericoloso. Quello più pericoloso è il vicino di casa o di palazzo, che vede la vostra rete libera (o protetta da una semplicissima chiave Wep) e la usa per navigare magari su siti compromettenti. Tanto chi ci può andare di mezzo (e in casi estremi stiamo parlando anche di processi penali) siete voi, mica lui.

Quello che poi mi fa arrabbiare è che alcuni provider di banda larga vengono a installare il Wi-fi in casa nostra e non lo proteggono o al massimo lo proteggono con una chiave Wep. Volendo anche il Wpa è craccabile, ma almeno non è così facile e bisogna essere esperti di hacking.

Voi proteggete la vostra rete Wi-fi? Non avete mai avuto il sospetto che qualcuno stesse sfruttando la vostra banda larga?
Sul numero in edicola abbiamo trattato la tecnologia Powerline: cosa ne pensate?

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.