Windows Phone su Apple: le ragioni di un sorpasso

di Simone Zanardi

edi hwSecondo un rapporto di Kantar Worldpanel Comtech, il terzo trimestre del 2013 ha segnato una svolta importante nel mercato italiano degli smartphone: per la prima volta, sono stati venduti più terminali basati su Windows che iPhone. Al di là  di tutte le cautele del caso e i limiti di queste figure (il terzo trimestre è per Apple un periodo storicamente debole) è innegabile che questo smottamento abbia ragione e significati non trascurabili.
Innanzitutto, le cifre: in Italia, il mercato smartphone è dominato da Android con il 71,6% (crescita di oltre 10 punti rispetto al 2012), seguito da Windows Phone con il 13,7% (+2,9%) e quindi da Apple con il 10,2% (-4%). Continua il progressivo ma inesorabile calo di Blackberry, con uno scarso 2,1%.

Queste tendenze sono comuni in tutta Europa, ma il sorpasso di Windows ai danni di iPhone è, per ora, avvenuto solo nel nostro Paese. Le cause sono molteplici, ma certamente la diversificazione dei terminali ricopre un ruolo fondamentale: laddove Android e WP offrono smartphone per tutti i gusti e le tasche, a partire da 99 euro sino a oltre 700 euro, Apple ha mantenuto sino ad oggi la propria linea d’azione storica, proponendo solo apparati top di gamma. Chi sperava in un cambiamento di rotta con iPhone 5c è rimasto deluso: perlomeno dal punto di vista economico il nuovo melafonino non aggredisce né il settore entry-level né quello mid-range, partendo da un prezzo di listino di oltre 600 euro.

Vi è poi un oggettivo aspetto tecnico: se negli anni passati iOS ha rappresentato il sistema operativo mobile con il miglior compromesso tra ergonomia, semplicità  di utilizzo e versatilità , oggi Android ha recuperato parecchio terreno, tanto che Apple stessa è stata costretta a rincorrere su alcune soluzioni poi implementate in iOS 7. A Microsoft va invece riconosciuto il coraggio di portare avanti un progetto alternativo, con un approccio grafico e funzionale peculiare che ha permesso a Windows Phone di diventare un’alternativa per chi si è stancato del duopolio Google/Apple.

iPhone 5s resta uno dei migliori smartphone disponibili sul mercato, ma a lungo termine la lotta “uno contro tutti” rischia di stringere Apple all’angolo, con la prospettiva di tornare alle cifre del settore Pc, dove Mac rappresenta un affezionato ma ristretto zoccolo duro di utenti e specifici mercati verticali.

PCProfessionale © riproduzione riservata.