Microsoft e Nokia investono nel programma AppCampus

Nove milioni di euro a testa per finanziare lo sviluppo di nuove app per Windows Phone in partnership con l’università  finlandese. È questo in sintesi il contenuto del programma AppCampus stilato da Microsoft e Nokia per incentivare i giovani a creare nuove app, destinate a girare con Windows Phone  ma anche con il vecchio Symbian in uso sulla Serie 40 di cellulari Nokia.
Partner dell’iniziativa è l’Aalto University, l’Università  finlandese (patria di Nokia) che ha fama di incubatore di nuove start up nel settore mobile (solo negli ultimi tre anni ne ha create 30 ).

L’ateneo metterà  a disposizione gli spazi e le infrastrutture di rete agli sviluppatori e parteciperà  con un suo finanziamento all’AppCampus. Il programma partirà  a maggio e durerà  per tre anni: dovrebbe attrarre migliaia di proposte da studenti e giovani imprenditori di tutto il mondo che, grazie all’Università  e alle aziende promotrici del progetto, avranno un sostegno e un aiuto non solo nella fase di realizzazione della applicazione ma anche in quella successiva di un’eventuale commercializzazione.
Non sfugge infatti né a Microsoft né a Nokia che la competizione in campo mobile si gioca tanto sul versante applicativo quanto su quello degli smartphone più innovativi e il successo della piattaforma Windows Phone, frutto dell’accordo tra le due aziende, è legato alla disponibilità  di un’ampia gamma di app in grado di competere sia con l’Android Market (ora Google Play) e l’App Store.

Oggi le app per Windows Phone sono non più di 60.000 contro le 500.000 di Android e IOS.

Nessun Articolo da visualizzare