Microsoft manda in soffitta Windows Live

Con l’arrivo di Windows 8, Microsoft introduce anche importanti cambiamenti in quella che per anni è stata la sua porta di accesso ai servizi Internet: il mondo di Windows Live.

Dal 2005 a oggi oltre 500 milioni di utenti si sono abituati ad accedere a servizi come Hotmail, Messenger e più di recente SkyDrive, nonché a utilizzare gli Windows Live Essentials  (Photo Gallery, Movie Maker) facendo un semplice login alla pagina web di Windows Live.

Ma tutti questi servizi spiega Microsoft in un post pubblicato sul blog Msdn, sono basati su una versione di Windows che non era pensata per funzionare nel cloud e nonostante il loro indubbio successo in termini di gradimento da parte degli utenti (sia Hotmail che Messenger viaggiano sui 300 milioni di utenti attivi al mese) essi hanno generato un po’ di confusione trasformando Windows Live in un contenitore dove c’è un po’ di tutto: dai servizi web alle applicazioni da scaricare sul PC fino alle informazioni  di registrazione dell’utente sui vari dispositivi Windows.

L’arrivo di Windows 8 è l’occasione  buona per fare un po’ di ordine e con il nuovo sistema operativo gli utenti avranno solo un Microsoft account a identificare il proprio profilo sui vari servizi: dal login a Windows 8 al login dentro Xbox Live  o dentro il futuro app store di Windows 8 fino ai servizi cloud.

Con il Microsoft Account gli utenti potranno gestire anche SkyDrive, il servizio di archiviazione in the cloud che Microsoft dice aver raggiunto i 130 milioni di utenti  e potranno collegare al loro account anche quello dei social network:  Facebook, Linkedln o Twitter, importando così i contatti presenti su queste reti anche nel mondo di Windows. .

La migrazione da Windows Live a Microsoft account sarà  progressiva, avvisa la società  di Redmond e nelle prossime settimane saranno annunciati maggiori dettagli.

PCProfessionale © riproduzione riservata.