Successivo >

News

Microsoft, Nintendo e Sony: i risultati finanziari

Davide Piumetti | 26 Ottobre 2007

I risultati finanziari dei tre colossi nella produzione delle console invitano a riflettere.
Chi sta vincendo la sfida Next Gen dal punto di vista economico?

In rigoroso ordine alfabetico andiamo ad analizzare i risultati dell’ultimo periodo dei tre colossi del mondo console.

MicrosoftMicrosoft, o meglio la propria divisione entartainment, ha raggiunto nel trimestre conclusosi il 30 settembre un utile di 115 milioni di euro, molto meglio rispetto alla perdita di 100 milioni fatta registrare lo scorso anno.

Il fatturato è quasi raddoppiato, passando da 0,7 a 1,345 miliardi di dollari, mostrando un grande interesse del pubblico per la console e per i giochi Microsoft. In particolare la Xbox 360 ha venduto nel trimestre 1,8 milioni di unità ; e, anche se superata dal Wii di Nintendo, continua a confermarsi in piena forma.

Link al rapporto completo

 

 

NNintendo offre dati semestrali, e il confronto tra i mesi appena trascorsi e quelli relativi al 2006 è impietoso.

Il lancio della piattaforma di gioco Wii ha inciso pesantemente sul fatturato e sull’utile operativo: dal primo aprile 2007 al 30 settembre 2007 il fatturato è stato di circa 4,2 miliardi di euro; superiore del 132,5% rispetto allo scorso anno. Numeri simili per l’utile, balzato a 1,1 miliardi di euro.

Nella casa nipponica il fatturato si divide equamente tra i tre principali settori: la console Wii incide per 1,2 miliardi di euro, le console portatili (Nintendo DS e Game Boy Advance) per 1,3 miliardi e il software prodotto per entrambe i dispositivi per circa 1,4 miliardi.

Le vendite di entrambe le console di maggior successo mostrano numeri da record: in sei mesi 7,33 milioni di console Wii e 13,35 milioni di Nintendo DS.

Link al rapporto Nintendo

Link al rapporto Nintendo (PDF)

 

 

SSony, intesa solamente come divisione videoludica, continua a perdere capitali importanti. E’ notizia di oggi che le perdite operative relative al trimestre appena concluso sono doppie rispetto a quelle dello stesso periodo del 2006. I numeri, 592 milioni negli ultimi tre mesi rispetto ai 226 milioni dello scorso anno, sarebbero da capogiro per una normale azienda, ma che il colosso nipponico è sicuramente in grado di ammortizzare.

Sony si nasconde dietro alla tecnologia impiegata nella Playstation 3, che costringe a una costante vendita sottocosto della console. L’aumento della perdita viene accolto quasi in maniera gradita, dato che sta a significare (secondo l’azienda) un aumento delle vendite a livello mondiale.

Il fatturato della divisione è di 1,5 miliardi di euro, e nel trimestre sono state vendute 1,3 milioni di Ps3.

Curioso il dato riferito alla Playstation 2; le vendite negli ultimi tre mesi sono inferiori solo del 4 % rispetto a dodici mesi fa, quando la Ps 3 non era ancora in commercio.

Link al rapporto Sony