Mini notebook da 300 euro

03-MininotebookSono passati otto anni dall’arrivo sul mercato del primo netbook, l’Eee Pc 701 di Asus, ma il concetto di portatile di piccole dimensioni e prezzo molto ridotto sembra continuare a riscuotere un certo successo. Nel corso degli anni si è evoluto parecchio e con alterne fortune ha cercato di soddisfare le sempre crescenti richieste in termini di velocità  ed ergonomia. Se è vero che i modelli di prima generazione peccavano molto su questi due punti, oggi si è giunti a un buon livello di usabilità , grazie in particolare alle nuove piattaforme hardware Intel a basso consumo che offrono comunque una potenza sufficiente ai compiti di base.

di Pasquale Bruno

ICON_EDICOLAL’avvento dei touchscreen e di Windows 8.1 ne ha migliorato la fruibilità , e da qualche anno sono comparsi i modelli convertibili con tastiera meccanica staccabile che ne permettono l’utilizzo anche come tablet puro. Pioniere in questo senso è stata ancora una volta Asus con il Transformer Book T100 del 2013.
I prodotti disponibili oggi in commercio sono basati su una piattaforma hardware comune: processore Atom Bay Trail, di tipo quad core funzionante a 1,3 GHz, 2 Gbyte di memoria (non espandibili) e unità  eMmc da 32 Gbyte come memoria di massa, affiancata da uno slot micro Sd per l’espansione. Hanno a bordo Windows 8.1 a 32 bit e possono essere aggiornati gratuitamente a Windows 10, a patto di avere sufficiente spazio libero su disco (Microsoft suggerisce almeno 16 GB). La potenza è tale da riuscire a far girare senza problemi le tipiche suite da ufficio come Office 365, vedere fluidamente un film anche a risoluzione Full Hd e compiere tutte le classiche attività  su Internet.

Le prestazioni dei modelli provati sono equivalenti, l’unica variabile sta nel modulo eMmc che può essere di produttori differenti, ma all’atto pratico la velocità  operativa è assolutamente paragonabile.

I limiti vanno visti nelle dimensioni del display, tipicamente 10 pollici, nella tastiera di dimensioni ridotte, nel disco poco capiente; considerate anche che su questa classe di prodotti non c’è il modem 3G/4G. Non sono dei sostituti di un classico desktop né di un notebook con schermo da 15″, ma possono dare buone soddisfazioni a chi cerca un dispositivo leggero e compatto da portare in giro, che all’occorrenza può anche diventare un vero tablet, dotato di una lunga autonomia della batteria (anche otto ore). Pesano un chilo o poco più compresa la tastiera e lo spessore è ridotto, occupano poco spazio nella borsa dato che ingombrano meno di un foglio A4. I prezzi sono intorno ai 300 euro, quindi meno rispetto a un buon notebook consumer da 15 pollici. (…)

I modelli provati:

– Asus X205TA
– Hp Pavilion X2
– Lenovo Miix 300
– Toshiba Click Mini

Trovate l’articolo completo su PC Professionale di settembre 2015

PCProfessionale © riproduzione riservata.