Aspire One, il netbook di Acer da 299 euro

Il 3 giugno è stato ufficialmente annunciato in Italia l’Acer Aspire One, un piccolo computer portatile a basso costo che nasce espressamente per la fruizione di Internet in mobilità . Appartiene alla stessa fascia di mercato dell’Asus Eee Pc e del Wind PC di MSI e viene offerto con prezzi a partire da 299 Euro Iva inclusa. Sarà  disponibile a scaffale per metà  luglio tramite i consueti canali di Acer, inclusa la grande distribuzione. In un secondo momento è prevista anche la commercializzazione tramite l’operatore telefonico Tim, che dovrebbe creare un pacchetto personalizzato comprendente una Internet Key Umts/Hsdpa.

 

L’Aspire One sembra un computer portatile in miniatura, ma, come tiene a sottolineare Antonello Fornara, Product Business Director Emea di Acer, in realtà  è un oggetto che ha una sua collocazione ben precisa. Più che un notebook, viene definito un Mobile Internet Device: un dispositivo leggero ed economico pensato soprattutto per la fruibilità  di Internet e delle applicazioni correlate. Va ad aggredire il mercato degli smartphone e non tanto quello dei notebook tradizionali; l’Aspire One non vuole essere un’alternativa a un notebook da 499 euro, bensì può rappresentare una valida seconda macchina oppure una soluzione per i paesi emergenti o per chi non ha mai utilizzato un Pc.

 

Acer Aspire OneIl nuovo prodotto di Acer pesa un chilogrammo circa e utilizza la recente piattaforma Intel Atom, basata su un processore a 1,6 GHz. La memoria è espandibile fino a 1,5 Gbyte (ci sono 512 Mbyte integrati su scheda madre e uno slot sodimm libero). Ha un display da 8,9 pollici con risoluzione di 1.024×600 punti e una tastiera piuttosto ampia, considerate le dimensioni totali del telaio. Sono integrate le interfacce di rete Fast Ethernet e Wi-Fi, un’uscita Vga, una webcam da 0,3 Mpixel e un lettore di schede di memoria 5 in 1.
Un secondo slot per schede SD serve per espandere direttamente il filesystem: la capacità  della schedina di memoria va a sommarsi a quella del disco Flash. La batteria a tre celle è accreditata di circa tre ore di autonomia. Le dimensioni esatte sono 24,9 x 17 x 2,9 centimetri.

 

Inizialmente sarà  commercializzato in tre versioni. La prima prevede disco Nand Flash da 8 Gbyte, 512 Mbyte di memoria Ram e sistema operativo basato su Linux a 299 Euro, Iva compresa.
La seconda versione offre in più un disco fisso standard da 2,5″ e 80 Gbyte di capacità  nonché 1 Gbyte di memoria Ram: il prezzo sale a 349 Euro.
Infine, esiste una terza versione con sistema operativo Windows XP Home, disco da 80 Gbyte e 1 Gbyte di Ram, venduta a 399 Euro.
In futuro (si parla di settembre) è previsto un ulteriore modello dotato di modem Umts/Hsdpa integrato.
Attualmente sono disponibili due colori, bianco e blu, a cui si aggiungeranno in seguito le tinte rosa e marrone. La versione Linux è basata su Linpus Linux Lite.

 

In tutti i casi, con Windows o Linux, è presente un’interfaccia realizzata appositamente da Acer che, secondo il management dell’azienda, costituisce quell’elemento in grado di differenziare l’Aspire One da tutta la concorrenza. Si tratta di un layer software che si pone al di sopra del sistema operativo e che semplifica l’utilizzo della macchina. Un ambiente operativo colorato e semplice da usare, ottimizzato per Internet, in grado di essere sfruttato anche da chi ha conoscenze basse o nulle di informatica. Il client Acer One Mail è in grado di gestire tutti gli account di posta e anche di instant messaging dell’utente, mentre il browser Firefox presenta tutti i codec e i font necessari già  installati ed è stata aumentata la compatibilità  con i siti ottimizzati per Microsoft Internet Explorer.

 

L’obiettivo di Acer è vendere circa 6 milioni di pezzi in tutto il mondo per il 2008. Che li si voglia chiamare mini notebook, Mobile Internet device o netbook, il mercato di questo tipo di oggetti potrebbe arrivare a costituire in tempi brevi il 15-20% dell’intero segmento notebook.

Nessun Articolo da visualizzare