Notebook

Il tablet Microtech dalla doppia anima – la prova

Pasquale Bruno | 17 Febbraio 2017

Dopo il primo sorprendente tablet prodotto da Microtech, che abbiamo avuto modo di provare circa un anno fa, arriva il […]

Dopo il primo sorprendente tablet prodotto da Microtech, che abbiamo avuto modo di provare circa un anno fa, arriva il nuovo modello e-tab Pro. Il nome sottolinea da subito come l’intenzione sia quella di prendere l’ottima base vista in passato e creare su di essa un modello ancora più evoluto, performante e adatto alle esigenze di mobilità  e praticità  che l’utenza normalmente cerca in questi dispositivi.

e-tab-pro-1

La filosofia aziendale, già  esplorata lo scorso anno con il modello e-tab, è caratterizzata dalla presenza a bordo del sistema operativo Remix OS, una via di mezzo ben riuscita tra Windows e il classico Android. Ora si espande ulteriormente, andando a proporre questo tablet con un sistema dual boot in grado di offrire sia un’esperienza Windows 10 completa di tutto sia un’ottima espressione della nuova release di Remix OS. L’e-tab Pro è un tablet costruito attorno a uno schermo da 10,1 pollici con risoluzione di 1.920 x 1.200 pixel, caratterizzato da un rapporto d’aspetto di 16:10, che lo rende assolutamente preferibile rispetto alla grande maggioranza dei modelli che si fermano a 16:9. La differenza, che può sembrare poco evidente, all’atto pratico si fa sentire eccome, permettendo un utilizzo sia in verticale sia in orizzontale al massimo delle proprie potenzialità .

e-tab-pro-1

La scocca, interamente in alluminio e magnesio, rappresenta un altro punto di forza per questo tablet. Non ha nulla da invidiare a marchi ben più blasonati, e risulta al tempo stesso resistente e leggera, anche se il peso ne risente purtroppo in maniera negativa.

L’e-tab Pro è decisamente bello e solido, ma non certo un peso piuma.

La maggior parte delle connessioni si trova sul lato sinistro: una classica porta micro Usb 2.0, una più evoluta Type-C (da cui effettuale la ricarica), una micro Hdmi e un jack per cuffia e microfono. Sul fronte multimediale troviamo il microfono e uno dei due altoparlanti stereo (il secondo è sul lato opposto), in grado di fare un discreto lavoro. A completare il tutto due slot in grado di ospitare una micro Sim (la nostra configurazione ha la connettività  4G) e una micro Sd per espandere la memoria integrata. In alto il pulsante di accensione e spegnimento e il bilanciere del controllo volume, mentre in basso dei connettori proprietari per la e-keyboard, la tastiera che completa il dispositivo e che viene venduta a 59 euro.

Quest’ultima merita un approfondimento separato. Costruita con la stessa cura dei dettagli del tablet, ne esalta le caratteristiche e ne espande le funzionalità . I tasti ad isola sono ben costruiti e risultano utilizzabili in ogni frangente. Il sistema di aggancio con il tablet è magnetico ed estremamente solido. Si può sollevare e scuotere tutto l’insieme e non incorrere in distacchi accidentali. È possibile un’inclinazione continua senza problemi e lo schermo può essere inserito indifferentemente verso la tastiera o in contrapposizione, permettendo diverse modalità  di visione. La tastiera include due porte Usb 2.0 e un lettore di impronte digitali (compatibile con Windows Hello). Tra i particolari migliorabili c’è il touchpad non al livello del resto e il peso, piuttosto elevato ma necessario a bilanciare il tablet quando agganciato. Come accessorio (39 euro) è disponibile anche e-note: uno stilo con 512 livelli di pressione riconosciuti, utilizzabile sia con Windows Ink sia con gli applicativi Android.

Sotto la scocca troviamo altre conferme: un processore Intel Atom X5- Z8300, modello quad core a 14 nm con frequenza di 1,44 GHz e Turbo a 1,84 GHz, che integra anche una grafica Intel HD con 12 core e 500 MHz di frequenza. La memoria Ram di tipo Ddr3-L è di 4 Gbyte, mentre lo storage è composto da una memoria allo stato solido da 64 Gbyte, capace di prestazioni comunque discrete (160 MB/s in lettura e 50 MB/s in scrittura). Lo spazio, diviso tra due sistemi operativi, non è moltissimo, ma comunque sufficiente considerando la possibilità  di aggiunta di una micro Sd fino a 128 Gbyte.

screenshot

Remix OS mette a disposizione un vero multitasking, con le app aperte sempre disponibili sulla taskbar inferiore. È un’evoluzione di Android molto sofisticata ma allo stesso tempo pienamente compatibile con tutte le app.

Questa è in effetti la caratteristica chiave del prodotto, ovvero la capacità  di ospitare in dual boot Windows 10 Home e una versione personalizzata di Android, Remix OS, di cui abbiamo parlato diffusamente in passato. Su Windows 10 nulla da dire, è lo stesso che si trova sul Pc o sul portatile. Il sistema operativo è completo in tutte le sue parti, nella versione a 64 bit, e svolge egregiamente il proprio lavoro. Il riconoscimento automatico della modalità  tablet o notebook (quando si collega la tastiera) è perfetto e tutti gli elementi hardware sono riconosciuti e integrati. La porzione di disco riservata a Windows è di circa 42 Gbyte, di cui 25 liberi all’utente.

Il secondo sistema operativo è probabilmente la miglior realizzazione Android per tablet dopo i sistemi originali Google. Remix OS (che ha l’unico difetto di basarsi ancora su Android 5.1.1) offre un multitasking avanzato, integra tutte le funzionalità  Android (Play Store in primis) con un’interfaccia che lo fa assomigliare a un sistema desktop.

Troviamo infatti una barra inferiore molto simile a quella di Windows, in grado di ospitare le icone delle applicazioni aperte (e passare tra una e l’altra con un semplice tocco), un pulsante Start, un altro per mostrare il desktop e un file manager, oltre a una barra delle icone in basso a destra con informazioni su batteria, orologio, connessioni e così via. Tutte le opzioni sono disponibili anche nei classici menu Android. Sono preinstallati gli applicativi Office, che sul sistema girano in maniera egregia. Per passare da un sistema operativo all’altro la procedura è semplicissima. Integrate nelle opzioni base (spegni, riavvia, standby) troviamo sempre un “Riavvia in Android” o “Riavvia in Windows” in base a dove ci si trova. Qualora il sistema fosse spento apparirà  all’avvio una schermata di scelta e 10 secondi di tempo, dopodiché verrà  avviato l’ultimo sistema operativo utilizzato.

e-tab-pro-2

Le sole vere limitazioni del prodotto sono le due fotocamere. La principale da 5 Mpixel offre immagini solo sufficienti, mentre quella frontale, da 2 Mpixel è ancora meno evoluta e risulta adatta solo a qualche sporadica videochiamata senza troppe pretese. In dotazione anche gli auricolari e-sound, di buon livello e un caricatore da ben 3A per la ricarica veloce.

La prestazioni sono nel complesso molto buone, in entrambe i sistemi operativi. Il prezzo d’acquisto ragionevole rappresenta un giusto compenso per le qualità  messe in campo da questo e-tab Pro.

Microtech e-tab Pro
Euro 329,00 Iva inclusa.
Versione solo Android  da 299 euro
Voto: 8,0

+ PC PRO: Caratteristiche tecniche e costruzione • Connettività  4G • Grande versatilità 

– PC CONTRO: Fotocamere non all’altezza

Produttore: Microtech

Notebook

I nuovi adattatori Usb C di Manhattan

Nicola Martello | 27 Maggio 2021

Manhattan Techly

I più recenti notebook sono sottili e leggeri ma hanno poche porte Usb, se non addirittura un’unica Usb C. Per collegare più periferiche via cavo serve un adattatore Usb C, come quelli di Manhattan.

I notebook stanno avendo un enorme successo in questo periodo di pandemia. L’esigenza di lavorare e di studiare da casa, nella stanza e nella posizione più comode, favorisce l’impiego di un computer leggero e facilmente trasportabile. Ma i notebook più compatti hanno in genere lo svantaggio di avere poche prese Usb per collegare le periferiche, come mouse, tastiera, memorie Usb, stampanti, monitor aggiuntivi. È vero che esiste il wireless, ma le connessioni fisiche sono più stabili, affidabili e performanti.

Se le prese Usb sono troppo poche

Chi vuole collegare più dispositivi, in numero superiore alle porte Usb disponibili, deve quindi impiegare un hub Usb che aumenti il numero di prese, ancora meglio un adattatore o dock Usb C, che offre diversi tipi di porte e che è in grado di fornire energia ai dispositivi come un vero e proprio alimentatore elettrico. Questi adattatori sono infatti dotati di chip e controller che trasformano i segnali in transito, per adeguarli ai protocolli richiesti dalle diverse interfacce (Usb, Hdmi, Ethernet e così via).

Per quanto riguarda l’energia di alimentazione, i dock migliori implementano la tecnologia Power Delivery (PD), che permette di arrivare alla potenza di 100 watt pur rispettando lo standard Usb. L’energia fornita è quindi sufficiente non solo per i notebook ma anche per i portatili più performanti, come quelli professionali e per il gaming. Naturalmente il computer deve essere compatibile con il protocollo PD. Power Delivery è molto versatile, dato che convoglia l’energia dove serve e nella quantità giusta, non ci sono corsie preferenziali ed è possibile alimentare in contemporanea e senza problemi periferiche a basso consumo e ad alta potenza.

Gli adattatori Usb C di Manhattan

Il marchio Manhattan offre nel suo ricchissimo catalogo di prodotti di elettronica e accessori per l’ufficio molti hub e adattatori Usb. Tra questi spiccano i tre nuovi modelli Usb C USB31-PD747, USB31-PD440 e USB32-DOCKMH, tutti caratterizzati da dimensioni molto contenute e peso ridotto, per la massima portabilità. Il look di questi prodotti è essenziale, caratterizzato da superfici nere e da materiali robusti: alluminio per i primi due, lega di zinco e vetro temprato sul lato superiore per il terzo. Il cavo di collegamento è lungo 30 centimetri (20 cm per il terzo articolo) e la connessione con i dispositivi non richiede alcuna installazione di driver né manovre particolari. Sono veramente plug and play.

Le altre caratteristiche di questi articoli di Manhattan sono quelle che abbiamo illustrato in precedenza: disponibilità di porte di diverso tipo e alimentazione contemporanea di più dispositivi. La corrente fornita da un alimentatore esterno Usb C (tipicamente quello del notebook oppure di terze parti o acquistato nel sito di Manhattan Shop) è distribuita in maniera intelligente tra tutte le periferiche collegate grazie a Power Delivery. La potenza indirizzabile arriva a 60 watt, 100 W per il modello USB31-PD440.

IADAP USB31-PD747

IADAP USB31-PD747 è un adattatore Usb C SuperSpeed che consente di collegare in contemporanea più dispositivi Usb, due monitor e la rete via cavo. Le porte disponibili sono infatti due Usb 3.2 Gen 1 di tipo A con velocità di trasmissione dati fino a 5 Gbit/s, una Usb C con Power Delivery fino a 60 watt (20 V e 3 A), due Hdmi con risoluzioni massime Ultra Hd a 30 Hz su una e Full Hd a 60 Hz sull’altra per segnali video in modalità Mirror oppure Extended (con Mac OS 10.8 o superiore). Chiude la serie una porta di rete Ethernet Gigabit. Tutte le prese, a eccezione di Usb C, sono allineate lungo un unico fianco, così i cavi e le memorie Usb rimangono piatti sul tavolo. Il corpo ha feritoie di ventilazione per evitare surriscaldamenti, è grande 13,5 x 54,5 x 15,3 mm e il peso complessivo è di 111,5 grammi. Il prezzo del prodotto è 182,60 euro Iva inclusa.

IADAP USB31-PD747

IADAP USB31-PD440

Come il modello precedente, anche IADAP USB31-PD440 è un adattatore Usb C certificato SuperSpeed e offre diversi tipi di connessioni. Le porte includono tre Usb 3.2 Gen 1 A posizionate sul lato superiore e capaci di una velocità massima di 5 Gbit/s. Su un fianco ci sono una Usb C con PD fino a 100 watt (20 V e 5 A) e due slot per il lettore di schede SD e microSD, che arriva a una velocità di trasferimento dati di 800 Mbit/s. Sull’altro fianco si trovano una Hdmi Ultra Hd a 30 Hz in modalità Mirror o Extended e una Ethernet per una rete Gigabit. Le dimensioni sono di 105 x 45 x 18 millimetri, il peso è di soli 80,59 grammi. Questo adattatore costa 80,59 euro Iva inclusa.

IADAP USB31-PD440

IADAP USB32-DOCKMH

IADAP USB32-DOCKMH è una docking station Usb C 8-in-1 cilindrica e piatta e include un pad per la ricarica wireless, che si aggiunge alla capacità di smistare la corrente grazie alla tecnologia Power Delivery. La ricarica senza fili è adatta a telefoni e auricolari con una potenza massima di 10 watt. Più in dettaglio, il sistema fornisce 10 W con gli smartphone Samsung Galaxy S7 o superiore, Samsung Note 8 o successivi, Huawei Mate20 Pro o seguenti. Con i dispositivi Apple iPhone 8 o successivi la potenza scende a 7,5 W, cala ulteriormente a 5 watt con tutti gli altri apparecchi abilitati Qi.

Lungo il bordo curvo si trovano tre Usb 3.2 Gen 1 A con trasferimento dati fino a 5 Gbit/s e ricarica fino a 7,5 watt (5 V e 1,5 A) per collegare mouse, tastiere, schede di memoria e altro. Una Usb C con PD fino a 60 W per ricaricare notebook, laptop, Ultrabook, tablet e altri dispositivi che funzionano con un alimentatore Usb C. Due slot per il lettore di schede SD e MicroSD con velocità di trasferimento fino a 480 Mbit/s e infine una porta Hdmi con risoluzione fino a Ultra Hd a 30 Hz. Le dimensioni sono di 94 x 94 x 12 mm, il peso è di 154 grammi. Il prezzo del dispositivo è di 114,19 euro Iva inclusa.

IADAP USB32-DOCKMH
ASUS ZenBook Flip S (UX371)

Notebook

ASUS ZenBook Flip S (UX371) disponibile in Italia

Luca Colantuoni | 1 Dicembre 2020

Asus Notebook

Il nuovo ASUS ZenBook Flip S (UX371) con schermo OLED 4K da 13,3 pollici, processore Intel Core i7-1165G7, 16 GB di RAM e SSD da 1 TB è disponibile a 1.599 euro.

Arriva in Italia uno dei primi notebook ad aver ricevuto la certificazione Intel Evo. ASUS ha annunciato la disponibilità dello ZenBook Flip S (UX371), considerato il convertibile con schermo OLED più sottile al mondo. Il laptop era stato presentato all’inizio di settembre insieme ad altri modelli con processori Intel Tiger Lake.

ASUS ZenBook Flip S (UX371), design e specifiche

Il nuovo ZenBook Flip S possiede un telaio di colore nero con inserti color rame e uno schermo OLED da 13,3 pollici con risoluzione 4K (3840×2160 pixel). La cerniera ErgoLift a 360 gradi ha un meccanismo multi-ingranaggio che solleva leggermente la tastiera per facilitare la digitazione e migliorare il raffreddamento. Il modalità tablet consente invece di ruotare completamente lo schermo per sfruttare la ASUS Pen in dotazione. Spessore e peso sono pari a 13,9 millimetri e 1,2 Kg.

La tastiera estesa (edge-to-edge) retroilluminata ha un nuovo design che ha permesso di aggiungere una fila di tasti funzione extra sul lato destro. Il touchpad NumberPad 2.0 include un tastierino numerico illuminato a LED. Nella cornice superiore del display è presente la webcam IR compatibile con Windows Hello.

ASUS ZenBook Flip S (UX371)

La dotazione hardware comprende il processore Intel Core i7-1165G7 di undicesima generazione (Tiger Lake) con GPU Intel Iris Xe integrata, 16 GB di RAM, SSD PCIe 3.0 da 1 TB, connettività WiFi 802.11ax (Wi-Fi 6) e Bluetooth 5.0, porta USB 3.2 Gen 1 Type-A, due porte Thunderbolt 4 (USB Type-C), uscita HDMI, microfoni con cancellazione del rumore e audio Harman Kardon.

La batteria da 67 Wh offre un’autonomia fino a 15 ore e può essere ricaricata rapidamente tramite l’alimentatore USB Type-C. Il sistema operativo è Windows 10 Home a 64 bit. Nella confezione ci sono gli adattatori da USB Type-A a RJ-45 (Gigabit Ethernet) e da USB Type-C a jack audio da 3,5 millimetri. Lo ZenBook Flip S è disponibile al prezzo di 1.599 euro.

Surface Pro 7

Notebook

Surface Pro 8 e Laptop 4, annuncio a gennaio 2021?

Luca Colantuoni | 27 Novembre 2020

Microsoft Notebook Surface

Microsoft dovrebbe annunciare a gennaio i nuovi Surface Pro 8 e Surface Laptop 4, dei quali sono apparse online le prime immagini.

Microsoft ha annunciato all’inizio di ottobre il Surface Pro X con processore SQ2 (derivato dallo Snapdragon 8cx Gen 2) e il nuovo Surface Laptop Go. Secondo Windows Central, l’azienda di Redmond presenterà i Surface Pro 8 e Surface Laptop 4 a gennaio 2021. Un utente ha pubblicato su Twitter le prime immagini dei dispositivi.

Solitamente il mese di ottobre viene dedicato ai Surface Pro e Laptop, come avvenuto nel 2019. Microsoft ha invece modificato i piani per annunciare altri due modelli della serie. Le immagini apparse su Twitter rivelano che i Surface Pro 8 e Laptop 4 sono stati certificati dall’ente coreano, quindi il loro debutto sembra imminente. Secondo la fonte di Windows Central, il lancio ufficiale è previsto a metà gennaio 2021.

https://twitter.com/cozyplanes/status/1332141262300880897

Osservando le immagini non si notano differenze rispetto ai modelli attuali. Il design esterno sembra identico, ma i dispositivi potrebbero essere prototipi. Al momento non ci sono informazioni sulle specifiche. Si può tuttavia ipotizzare che i nuovi modelli integreranno quasi sicuramente i processori Intel Core di undicesima generazione (Tiger Lake) con GPU Intel Xe. Il Surface Pro 8 verrà offerto anche con modem LTE, mentre il Surface Laptop 4 sarà disponibile anche con processori AMD (Ryzen 4000 Mobile).

Secondo la fonte di Windows Central, a gennaio dovrebbe essere annunciata anche una versione di colore nero del Surface Go 2. Microsoft potrebbe inoltre distribuire il Surface Duo in altri mercati. Non è invece previsto il lancio di un nuovo Surface Studio.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.