Due Sim insieme nello smartphone Onda Cerise

Il Cerise è un telefono evoluto ma economico che permette di gestire due Sim card contemporaneamente.

Anteprima di Pasquale Bruno

Articolo tratto da PC Professionale 238 di gennaio 2011

Nonostante l’ostruzionismo degli operatori telefonici e nonostante i problemi tecnici che affliggevano i dispositivi di precedente generazione, i telefoni dual Sim continuano a diffondersi in sordina. Onda Communication, azienda italiana nota soprattutto per le sue chiavette 3G ma attiva anche nel settore dei telefoni, ha presentato di recente il Cerise, uno smartphone molto economico ma dotato di funzioni evolute e soprattutto con la possibilità  di utilizzare due Sim contemporaneamente. Le due schede, una primaria e l’altra secondaria, possono essere attive allo stesso momento, oppure possono essere spente in modo selettivo. Soltanto la primaria può utilizzare la rete Umts; la secondaria è limitata allo standard Gsm/Gprs.

Il Cerise è un telefono candybar molto leggero (103 gr) e piuttosto sottile, dotato di uno schermo da 2,4 pollici e di una tastiera Qwerty. Le plastiche sono di buona qualità  e gli accoppiamenti tra le varie sezioni non presentano incertezze; nel complesso appare come un dispositivo robusto. L’utilizzo più indicato è quello lavorativo, anche se non mancano le possibilità  multimediali. Nonostante il prezzo contenuto, il Cerize ha molte funzioni: può collegarsi via Wi-Fi, ha uno slot per espandere la memoria e doppia fotocamera.

Il sistema operativo è proprietario e permette solo l’installazione di software scritto in Java; gli applicativi preinstallati sono diversi e permettono di far fronte alle necessità  primarie. C’è un browser Web, il client e-mail, un player audio/video, un registratore vocale e persino un e-book reader, più naturalmente i classici servizi da organizer elettronico.

Durante le prove abbiamo sperimentato una buona qualità  delle chiamate audio, un solido aggancio alle reti da parte delle due schede e una discreta efficacia della tastiera, nonostante i tasti piccoli. I margini di miglioramento sono a carico del software: le applicazioni sono elementari e mancano alcune funzioni importanti, come la possibilità  di aprire documenti in formato Microsoft Office o di leggere e-mail in formato Html. Il browser Web a volte diventa irritante; volendo ci si può rivolgere a Opera Mini che essendo scritto in Java può essere installato e utilizzato in alternativa. Come sistema di puntamento c’è un piccolo pad che è fin troppo sensibile, e soprattutto all’inizio va usato con attenzione.

La gestione delle due Sim non ci ha creato problemi di mancato rilevamento o errori di rete; giusto la prima volta è stato necessario attivare e disattivare l’apparato radio per il corretto riconoscimento. La fotocamera da 2 Mpixel è in grado di registrare anche video ma offre risultati solo modesti ed è utilizzabile più che altro se la luce è buona. La batteria si difende bene, consente di coprire tranquillamente una giornata lavorativa, arrivando fino a due se si utilizzano poco le funzioni multimediali e tenendo spenta la rete Wi-Fi.

In definitiva il Cerize può essere una buona scelta per chi cerca innanzitutto un telefono dual Sim che ha il vantaggio di una tastiera alfabetica, con in più la possibilità  di collegarsi a Internet occasionalmente. Non sarebbe giusto paragonarlo con dispositivi più evoluti come i BlackBerry, di cui ricorda un po’ l’aspetto, perché la fascia di prezzo è tutt’altra.

Nessun Articolo da visualizzare