Il Parlamento Europeo libera le frequenze per il 4G

È stata approvata oggi la proposta di liberare le frequenze delle onde radio finora utilizzate per trasmettere il segnale della Tv analogica ai fini di un prossimo utilizzo dello spettro per le trasmissioni wirleess su rete mobile 4g.
Quello che il Parlamento Europeo ha votato è il primo vero programma europeo (RSPP, Radio Spectrum Policy Programme) in materia di spettro radio e dovrebbe dare le linee guida a tutti i paesi membri dell’Unione per creare le infrastrutture e i servizi di rete 4G.

Tra queste vi è l’obbligo per gli Stati membri di autorizzare, entro gennaio 2013, l’uso della banda degli 800 MHz per le trasmissioni broadband wireless di terza e quarta generazione. A questa data infatti la transizione alla TV digitale sarà  terminata e lo spettro degli 800 MHz attualmente utilizzato dalla TV analogica sarà  disponibile per far transitare il segnale wireless delle reti LTE di quarta generazione.

La banda degli 800MHz risulta particolarmente adatta alle trasmissioni wireless grazie al fatto che riesce a penetrare meglio negli edifici e a garantire una migliore ricezione indoor anche su lunghe distanze senza che il segnale subisca un degrado. Le trasmissioni wireless avranno un impatto fortissimo su tutti i settori: dal mondo dell’intrattenimento e della cultura con le mobile Tv e gli e-book ai trasporti pubblici e alle applicazioni medicali fino alla protezione civile. Ciascun Stato è naturalmente libero di implementare le reti 4G nel modo che ritiene più opportuno ma l’Unione Europea si aspetta e auspica un’uniformità  di regole e un’unica roadmap dei servizi.

Nessun Articolo da visualizzare