Nokia 8000 e 6300

Nokia 8000 e 6300, feature phone 4G con KaiOS

I nuovi Nokia 8000 e Nokia 6300 sono feature phone con schermo da 2,8 e 2,4 pollici, 4 GB di storage, connettività WiFi e 4G, sistema operativo KaiOS.

HMD Global ha annunciato due nuovi feature phone con sistema operativo KaiOS. I Nokia 8000 e 6300 condividono quasi tutte le specifiche, ad eccezione della dimensione dello schermo. Il Nokia 8000 ha tuttavia un design più ricercato e appariscente. Il Nokia 6300 è ispirato al modello originario del 2006. Entrambi saranno disponibili in Italia dall’inizio di dicembre.

Nokia 8000

Il Nokia 8000 possiede una cover lucida in plastica (policarbonato) e uno schermo da 2,8 pollici con risoluzione QVGA (320×240 pixel). La dotazione hardware comprende il processore quad core Snapdragon 210, 512 MB di RAM e 4 GB di storage, espandibili con schede microSD fino a 32 GB. La fotocamera posteriore ha un sensore da 2 megapixel, mentre la connettività è garantita dai moduli WiFi, Bluetooth, A-GPS e 4G (dual SIM).

Sono inoltre presenti il jack audio da 3,5 millimetri, la porta micro USB e la batteria rimovibile da 1.500 mAh. Il sistema operativo è KaiOS, quindi sono disponibili Google Assistant e molte app popolari, come YouTube, WhatsApp, Facebook e Google Maps. Altre possono essere scaricate dal KaiOS Store.

Il Nokia 8000 sarà in vendita nelle colorazioni Onyx Black e Opal White ad un prezzo di 99,99 euro.

Nokia 6300

Il Nokia 6300 ha invece una cover in plastica opaca e uno schermo da 2,4 pollici con risoluzione QVGA (320×240 pixel). La fotocamera posteriore ha un sensore VGA. Le rimanenti specifiche sono identiche a quelle del Nokia 8000.

Il Nokia 6300 sarà disponibile nelle colorazioni Cyan Green, Light Charcoal e Powder White ad un prezzo di 69,99 euro.

I due feature phone permettono di accedere ad alcune app popolari e possono essere utilizzati come “cellulari di scorta” in caso di necessità.

PCProfessionale © riproduzione riservata.
Seguo l'evoluzione tecnologia dalla fine degli anni '80 dopo aver acquistato il Commodore 64 e dal 2008 questa passione è diventata un lavoro. Da oltre 12 anni scrivo articoli su diversi argomenti tech e da maggio 2020 ho iniziato la collaborazione con PC Professionale.