Nokia acquisisce Symbian e lo rende Open source

logo_nokia_115_40_1.gifNokia, il colosso finlandese delle telecomunicazioni, ha annunciato l’acquisizione completa di Symbian, l’azienda produttrice del più famoso sistema operativo per telefoni cellulari.

s.jpgSymbian passerà  dunque sotto il completo controllo Nokia (che già  oggi ne detiene il 48%) nel corso del prossimo periodo. In questo momento Nokia ci informa che il 91% delle quote azionarie che costituiscono il restante 52% di Symbian ha espresso un parere favorevole al passaggio di mano.

La notizia però non si limita a una semplice operazione commerciale: Nokia ha infatti contestualmente annunciato che renderà  l’intero sistema completamente open source, mettendo a disposizione il codice sorgente a chiunque, con il preciso scopo di allargare la comunità  di sviluppo e mettere a disposizione di tutti gli utenti una solida base da cui partire per lo sviluppo software.

Grazie a questa mossa strategica Nokia spera di accelerare lo sviluppo di nuove applicazioni e interfacce per il sistema operativo Symbian, minacciato da ben tre agguerriti concorrenti come Windows Mobile 7.0, Google Android e l’innovativo sistema di gestione di iPhone.

PCProfessionale © riproduzione riservata.

2 Commenti

  1. A detta di tutti la scelta di Nokia sembra proprio quella giusta.
    Sono già molti i programmatori (anche italiani) che non vedono l’ora di “smanettare” con il codice di Symbian, realizzando le applicazioni e le personalizzazioni che più ritengono utili.
    Speriamo che, nel giro di qualche mese, l’interesse per l’argomento non diminuisca ma, anzi, continui a crescere…

  2. Salve, secondo me era una scelta inevitabile, Nokia con i software S60 ed S80 ormai deteneva il controllo “di fatto” sullo sviluppo del sistema operativo Symbian, per cui averne il controllo totale era una questione indispensabile.
    La scelta dell’open Source, invece, è una scelta coraggiosa, ma intelligente. D’altro canto Nokia già renderva disponibili dei tool di sviluppo per le UI gratuitamente, un toll che permetteva di creare delle interfacce davvero ben curate e complete. Poi rendeva disponibili gli SDK per il software S60 ed S80.
    Ora però, con le specifiche aperte dell’O.S. fa un grosso passo in avanti. Gli sviluppatori avranno molto più interesse a svilupapre su Symbian perchè conoscere i segreti dell’O.S. diminuisce i costi di sviluppo. E questo non farà altro che aiutare Nokia nella vendita dei propri terminali che già così sono tra i più completi, tra i più trendy, sicuramente quelli più vicini alle esigenze ed ai gusti dell’utenza. (a parte N70 e 6680 che sono stati una vera fregatura per via della CPu troppo lenta).

Comments are closed.