Test: Wiko Wax, lo smartphone con processore Nvidia

wikio storeAbbiamo provato alcuni giochi scaricabili dallo store esclusivo Nvidia Tegra Zone e l’esperienza è stata sempre positiva, senza rallentamenti o incertezze anche nelle situazioni più concitate e ricche di poligoni o effetti grafici. I giochi disponibili su Tegra Zone dovrebbero essere ottimizzati per l’architettura Nvidia, ma anche provando titoli scaricati dal Play Store ufficiale l’impressione iniziale è stata confermata. Il calore sviluppato mentre si gioca è contenuto e mai troppo fastidioso (al contrario di quanto avviene con certi smartphone basati su SoC Mediatek a otto core, prodotti anche dalla stessa Wiko).

Il confronto con smartphone basati sul ben più potente Snapdragon 800 ha poco senso: le prestazioni di quest’ultimo sono molto superiori, anche nella grafica 3D, ma sono smartphone che costano da due a tre volte di più. La velocità  del processore è proprio il fattore che più stacca il Wax dal Moto G e a nostro avviso rappresenta il motivo primario che può far pendere la scelta a favore del primo.

Anche il Wax però ha dei punti a sfavore, primo fra tutti la scarsa memoria interna. 4 Gbyte sono pochi per uno smartphone su cui si presume saranno installati molti giochi; avremo preferito almeno 8 Gbyte, anche a scapito del prezzo finale. Il Wax ha degli accorgimenti che dovrebbero permettere l’installazione trasparente delle app sulla scheda micro Sd anziché sulla memoria interna, ma abbiamo notato che ciò non sempre avviene. Altro punto migliorabile è il volume, piuttosto basso sia per quanto riguarda gli speaker esterni sia per le telefonate.

Per quanto riguarda la connettività , il Tegra4i integra al suo interno il modem 4G Icera i500 in standard Cat3, che gli permette una velocità  di trasferimento dati teorica di 100 Mbps in downlink e 50 Mbps in uplink. Tra le altre interfacce ci sono il modulo Wi-Fi 802.11bgn, Bluetooth 4.0, il Gps e la porta micro Usb 2.0 con supporto Otg. La fotocamera primaria da 8 Mpixel fornisce scatti al limite della sufficienza; sono buoni in condizioni di luce ideale ma tendono a peggiorare molto quando l’illuminazione è scarsa. Buona la resa della fotocamera frontale da 5 Mpixel, che permette autoscatti migliori rispetto alla media (di solito sono fotocamere da 1,3 o massimo 2 Mpixel).

La batteria da 2.000 mAh ha mostrato un comportamento variabile a seconda che si abiliti o meno la connettività  Lte. Nel primo caso la durata cala sensibilmente ed è difficile arrivare alle otto ore; forzando solo la modalità  3G si riesce tranquillamente a coprire una giornata intera di utilizzo, con un utilizzo multimediale moderato e non usando giochi 3D. Ci saremmo aspettati qualcosa di meglio, ma non è da escludere che la batteria del nostro sample sia stata molto sfruttata in precedenza.

Per quanto riguarda il software, Android è presente nella “vecchia” versione 4.3 JellyBean e l’interfaccia è quella standard, senza particolari personalizzazioni a parte lo store Tegra Zone preinstallato. Dunque è un ambiente un po’ spoglio ma molto veloce e reattivo, l’ideale per gli utenti più avanzati che avranno campo libero per le proprie personalizzazioni.
Pasquale Bruno

[symple_box color=”yellow” text_align=”left” width=”100%” float=”none”]

Caratteristiche tecniche

Display: Ips 4,7″, 1.280 x 720 • Cpu: Nvidia Tegra 4i 1,7 GHz • Memoria (Gbyte): 1 • Storage interno (Gbyte): 4 • Slot di espansione: micro Sd • Fotocamera: 8 Mpixel con flash Led • Fotocamera secondaria: 5 Mpixel • Apparato radio: 4G Lte Cat3 100/50 Mbps • Connettività  wireless: Wi-Fi 802.11bgn, Bluetooth 4.0 • Connettività : micro Usb 2.0 • Sensori: Accelerometro, prossimità , bussola • Gps integrato: Sì • Radio Fm: No • Batteria (mAh): 2.000, rimovibile • Dimensioni (L x A x P, mm): 140 x 67,5 x 8,8 • Peso (g): 119 • Sistema operativo: Android 4.3

[/symple_box]

Produttore: Wiko, https://it.wikomobile.com

1
2

Nessun Articolo da visualizzare