News

Netbook e connettività  nel pacchetto Vodafone

Pasquale Bruno | 9 Luglio 2009

Scopriamo come funziona l’offerta Mobile Internet basata sul netbook Samsung NC10 e sui piani tariffari dedicati ad aziende o utenti privati.

nb-samsung-nc10-1.jpg

In aprile Vodafone Italia ha presentato la sua prima soluzione “tutto compreso” per Internet in mobilità : è basata su un netbook, precisamente sul Samsung NC10 con modem integrato, su una Sim card e su varie offerte per il traffico dati. L’obiettivo dell’operatore telefonico è quello di fornire un pacchetto tutto incluso per navigare su Internet ovunque ci si trovi con la massima semplicità  e affidabilità . Va vista in questo senso la partnership con Samsung, che ha portato alla scelta di uno dei migliori netbook disponibili sul mercato, l’NC10. Benché annunciato diversi mesi fa, rimane un prodotto valido e collaudato, che nel tempo ha saputo farsi apprezzare per il design, l’ergonomia, le funzionalità  e la robustezza.
Il Vodafone Mini Pc, questo il nome del pacchetto, è orientato a diverse categorie di utenti: da coloro che non hanno mai usato un Pc o Internet alle aziende di ogni tipo. Il tutto è stato studiato per offrire la massima semplicità  d’uso, anche a chi non è pratico di informatica.
Partiamo proprio da questo aspetto: per entrare in possesso del Vodafone Mini Pc è necessario recarsi in un qualsiasi punto vendita Vodafone e sottoscrivere un contratto. Per i privati, l’offerta base costa 39 Euro al mese ed è vincolante per due anni. Dentro tale cifra sono incluse 300 ore di navigazione al mese, suddivise in blocchi di 10 ore al giorno. Un valore più che sufficiente per la maggior parte delle necessità ; il traffico oltre le 10 ore giornaliere viene a costare 2 euro all’ora.

nb-samsung-nc10-3.jpg

Se si acquista Vodafone Mini Pc entro il primo giugno, non si pagano i 99 Euro una tantum altrimenti previsti per entrare in possesso del netbook, che allo scadere dei due anni resta di proprietà  dell’utente. Dopo il primo giugno, a meno che l’offerta lancio non venga prolungata, è necessario aggiungere 99 Euro alla sottoscrizione del contratto. In caso di recesso prima dei due anni, è prevista una penale di 150 euro più un contributo di 9 euro per ciascuno dei restanti mesi.
presta.pngPer le aziende invece, rimane l’offerta base a 39 Euro però Iva esclusa (46 Euro compresa Iva). Questa include 300 ore di navigazione al mese oppure 600 Mbyte di traffico dati al mese. La seconda offerta, denominata Unlimited Plus, comprende traffico dati illimitato a 59 euro/mese Iva esclusa (70,8 Euro compresa Iva). In questo caso non sussistono limiti di tempo e di traffico, ma Vodafone si riserva il diritto di verificare eventuali abusi (il ripetuto sforamento della soglia di 15 Gbyte al mese è ritenuto tale). Le soluzioni aziendali possono essere acquistate direttamente on line.
In tutti i casi, è bene sottolineare che tali tariffe hanno validità  esclusivamente sul territorio nazionale; all’estero verrebbero applicate le tariffe in roaming che hanno costi decisamente diversi.
Infine, chi non vuole sottoscrivere un abbonamento può acquistare il Vodafone Mini Pc senza alcun vincolo e utilizzarlo con una Sim ricaricabile sulla quale è attivo un qualsiasi piano dati; in questo caso il prezzo è di 479 Euro.

nb-samsung-nc10-2.jpg

Una volta portato a casa il Mini Pc, nella scatola troviamo il netbook Samsung NC10, gli accessori, un foglietto per la configurazione iniziale e la Sim Card. La prima cosa da fare è inserire tale Sim nell’apposito alloggiamento. Questo si trova dietro la batteria e per la rimozione o l’inserimento è necessario spegnere il netbook. La cosa è piuttosto noiosa soprattutto per chi pensa di utilizzare la Sim anche su altre periferiche. Sarebbe stato molto più pratico un alloggiamento a vista.
C’è poi un’altra considerazione che può essere fatta. Prima di procedere all’acquisto è bene tenere presente i limiti di un netbook, ergonomici e prestazionali. Utilizzarne uno come soluzione unica per l’accesso a Internet può col tempo rivelarsi un’esperienza frustrante, soprattutto per gli utenti più esigenti. Il piccolo display, la scarsa potenza del processore, la bassa espandibilità  sono fattori comuni all’intera categoria netbook e potrebbero, col tempo, risultare limitanti. Specie se non si ha una seconda macchina, Pc desktop o notebook, con la quale effettuare i compiti più impegnativi.
Una volta acceso il netbook, che utilizza Windows XP Home Edition, basta lanciare il Connection Manager e inserire il codice Pin che si trova insieme alla Sim card. Un’opzione permette di salvare tale codice in modo da non inserirlo ogni volta. Dopo aver cliccato sul pulsante di connessione si è su Internet. Il software permette di monitorare il tempo e la mole di dati scaricati per ogni sessione, in modo da non sforare il limite giornaliero.
Il software di gestione è Sim locked e non può essere utilizzato con Sim di altri operatori; per farlo è teoricamente possibile installare un gestore di terze parti. L’hardware in sé non prevede nessuna forma di Sim lock.
La connessione è di tipo Hsupa (o Hspa che dir si voglia), ovvero con 7,2 Megabit/secondo in download e 2 Mbps in upload. Tali valori sono legati al traffico presente sulla rete, al tipo di cella a cui si è collegati e alla stabilità  del segnale ricevuto. In giro per Milano non abbiamo riscontrato nessun problema; la connessione è affidabile e si raggiunge una buona velocità  (come sempre più bassa di quella teorica). Diverso il discorso mentre si è in treno; il passaggio di cella è molto deleterio per la stabilità  della connessione.

voto.pngDel netbook in sé abbiamo avuto modo di apprezzarne la validità  durante la prova pubblicata sul numero 212 di PC Professionale. Il Samsung NC10 continua a essere uno dei migliori disponibili sul mercato, nonostante non sia proprio aggiornatissimo. Ad esempio, il processore è il classico Atom N270 anziché il più recente N280. La versione fornita da Vodafone è del tutto uguale a quella normalmente disponibile in commercio a 399 Euro. In più troviamo il modem interno Hspa, che rispetto a una chiavetta Usb esterna è molto più pratico.
Grazie al display da 10″, la tastiera è ampia (il 93% di una tastiera standard), il layout è corretto e la meccanica permette una battitura veloce. I tasti del pad sono piccoli ma posizionati al punto giusto. La tastiera inoltre utilizza la tecnologia Silver Nano, che offre la protezione dai batteri tramite un trattamento agli ioni d’argento.
Il disco da 2,5″ ha una capacità  di 160 Gbyte, sono presenti Bluetooth e la webcam da 1,3 Mpixel. La capiente batteria a sei celle da 5.200 mAh è in grado di fornire circa quattro ore di autonomia reale, grazie anche all’utility Samsung Power Management. Questa permette un controllo completo anche sul processore, in funzione dello stato di carica della batteria. La produzione di calore è sempre piuttosto contenuta, anche nei momenti di carico intenso della Cpu, e la ventola è molto silenziosa. La cura costruttiva generale è molto elevata, con grande attenzione nei dettagli e sostenuta da una buona qualità  dei materiali. Abbondante il software fornito, tra cui l’antivirus McAfee (con licenza per 30 gg) e diverse utility Samsung per effettuare il backup del disco, per la gestione della rete e per gli aggiornamenti via Internet.

Da PC Professionale di giugno 2009

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.