Nvidia fa shopping di cervelli a Stanford

Nvidia, nonostante il periodo poco felice, dimostra di puntare chiaramente al futuro della computazione di massa tramite le proprie schede grafiche, affidando il ruolo di “Chief Scientist and Vice President of Nvidia Research” a un vero e proprio luminare del settore: William James Dally.

Dietro a un nome sconosciuto ai più si cela il presidente del dipartimento Computer Science dell’università  di Stanford, uno dei maggiori esperti mondiali nel settore degli stream processor. Bill Dally (come spesso viene chiamato abbreviandone il nome) ha infatti pubblicato alcuni dei testi più importanti del settore, vere e proprie “bibbie” della programmazione e progettazione relativa agli stream processor.

bill-dally-7798798798798444.jpg 

Bill Dally 

Nvidia, quasi come nel troppo discusso calciomercato, mette dunque a segno un importante “acquisto”, affidando il proprio reparto di ricerca a un personaggio di indubbio valore.

Jen-Hsun Huang, presidente e CEO di Nvidia ha dichiarato:”Sono entusiasta di dare il benvenuto a Bill in un momento chiave per la nostra azienda, il suo innovativo lavoro sugli stream processors a Stanford ha influenzato molto il lavoro di Nvidia. Bill condivide la nostra passione per l’evoluzione delle Gpu in processori di calcolo parallelo per compiti generici. La sua reputazione come innovatore non ha rivali nel settore informatico”.

Bill Dally prende il posto di David Kirk, uno dei maggiori artefici del successo tecnologico di Nvidia negli ultimi anni. Dalla sua guida (e dalla sua mente) sono uscite tutte le architetture utilizzate dalle Gpu Nvidia negli ultimi anni, e sempre da lui è nato il progetto di shader unificati che ha portato alle ultime Gpu Nvidia.

Kirk resta comunque nell’azienda con il ruolo di “Nvidia Fellow”, ed è stato ringraziato pubblicamente dal presidente Huang per tutto ciò che ha fatto in questi anni di duro lavoro.

Nessun Articolo da visualizzare