gemalto-braccialetto-pagamenti-contactless-rio

Olimpiadi 2016: il braccialetto di Gemalto per pagamenti contactless

L’abbiamo detto a più riprese, le Olimpiadi 2016 segnano un vero passo avanti – per quanto riguarda l’organizzazione dei giochi olimpici usufruendo di tecnologie all’avanguardia. L’ultima conferma di questo trend, ci viene dalla decisione di sfruttare uno speciale braccialetto per i pagamenti in modalità  contactless da parte di Riocard, l’azienda che gestisce il sistema dei biglietti sui trasporti pubblici di Rio De Janeiro.

Attraverso l’utilizzo di questa soluzione evoluta, gli utenti potranno godere prima di tutto di un sistema di pagamento contraddistinto da un maggior livello di sicurezza e, ancora, dalla possibilità  di muoversi tra gli autobus, i traghetti, le metropolitane e i treni senza doversi preoccupare di utilizzare vecchi sistemi di pagamento, in una città  – la seconda del Brasile – che ospita più di 10 milioni di abitanti e tantissimi turisti provenienti dal mondo.

Secondo alcune stime, infatti, in occasione delle Olimpiadi 2016, nella sola città  di Rio sono attesi circa 500.000 visitatori dall’estero, un buon motivo per cercare di promuovere l’utilizzo dei trasporti pubblici, limitando i ritardi e le attese dovute a modalità  di pagamento che finiscono inevitabilmente per creare file da tutte le parti, rendendo meno soddisfacente l’esperienza utente all’interno della rete del trasporto pubblico della città  brasiliana.

Grazie all’uso del braccialetto Optelio Contactless MiniTag e di MiniTag Sticker – entrambi i prodotti dell’azienda dei Paesi Bassi sono dotati di un chip contactless di Gemalto, approvato da Visa e Mastercard – è possibile usufruire di tutte le funzionalità  presenti nelle carte dotate di supporto per il pagamento senza contatto, fruendo del trasporto pubblico all’insegna della massima flessibilità .

Nessun Articolo da visualizzare