Per Buongiorno un futuro con gli occhi a mandorla

L’operatore mobile giapponese NTT Docomo ha lanciato oggi un’offerta pubblica di acquisto per l’italiana Buongiorno, storico marchio nel mondo dei servizi mobili e delle app a pagamento, che conta su 2 miliardi di clienti in 57 paesi del mondo e su un fatturato di 228,6 milioni di euro a fine 2011.

Se l’Opa andrà  in porto, Buongiorno diventerà  una subsidiary di NTT Docomo Germania, la divisione tedesca del gruppo nipponico a cui spetta anche il compito di condurre la trattativa.

Per NTT Docomo si aprono quindi le porte del vecchio continente e si prospetta anche  un’ampia gamma di sinergie con i servizi mobili erogati da Buongiorno. Con oltre 60 milioni di clienti Docomo è uno dei principali operatori di tlc in Giappone, dove è stato tra i primi a introdurre un’offerta commerciale sull’LTE basata sulla rete proprietaria oltre a offrire collegamenti 3G e wireless. L’operatore è anche leader in servizi innovativi come i pagamenti su smartphone via NFC, Gps mobile e  mobile TV e da tempo cercava una via d’ingresso in occidente. Buongiorno è apparso il candidato ideale, visto anche il buon livello di  internazionalizzazione dei servizi offerti.

L’opa lanciata sull’azienda guidata da Mauro del Rio (che detiene il 20% del capitale azionario) è pari a 224 milioni di euro, (2 euro per azione); al momento l’operazione è  ancora soggetta all’approvazione della Consob, essendo Buongiorno società  quotata in Borsa.

Nessun Articolo da visualizzare