PiDrive, da WD arriva un disco fisso per Raspberry PI

Il 14 marzo è il giorno di Pi greco, il Pi Day (ricordate che gli americani antepongono il mese al giorno, nelle date, scrivendo quindi 3.14).
Approfittando della singolare ricorrenza Western Digital ha presentato PiDrive, un disco fisso da 314 Gbyte progettato e ottimizzato per Raspberry Pi, ovviamente venduto a 31.42 dollari per un periodo limitato.

Se vi fosse sfuggito il Raspberry Pi è un microcomputer costituito da una singola scheda grande quanto una carta di credito, su cui è possibile far girare diversi sistemi operativi e distribuzioni Linux. Dal 14 marzo 2016 Western Digital offre un nuovo disco rigido in due tagli (314GB e 1 TB) ottimizzato per l’uso con questa piattaforma: secondo l’azienda questi nuovi modelli di PiDrive saranno più affidabili e più facili da usare, nonché più efficienti energeticamente, degli altri dischi esterni già  collegabili alle schede Raspberry.

PiDrive è una versione riprogettata per il Raspberry Pi del Western Digital Blue da 500 GB, concepito per i notebook. È nello standard 2,5 pollici con spessore di 7 millimetri ma sono state apportate modifiche alle specifiche elettriche per contenere i consumi in maniera consona alle limitazioni del microcomputer. Senza però penalizzare la velocità  di comunicazione del dispositivo.

Il nuovo WD PiDrive da 314 Gbyte
Il nuovo WD PiDrive da 314 Gbyte

I circuiti di alimentazione del disco sarebbero infatti in grado, secondo Western Digital, di “coordinarsi” con quelli della scheda per ridurre il consumo di potenza senza rallentare il trasferimento dati sulla porta Usb di un PiDrive. Insieme al disco, Western Digital ha annunciato anche un accordo con gli sviluppatori del boot loader BerryBoot (www.berryterminal.com/doku.php/berryboot), per crearne una versione che permetta agli utenti di installare facilmente più sistemi operativi sui PiDrive, e scegliere quale avviare a ogni accensione.

Ci siamo occupati più volte del Raspberry Pi sulle pagine di PC Professionale, presentando anche la nuovissima versione Raspberry Pi 3 che è apparsa sul mercato internazionale lo scorso 29 febbraio.

PCProfessionale © riproduzione riservata.