Redmi Note 7

Arriva il Redmi Note 7: prime impressioni

Il nuovo smartphone ha un prezzo base di 179 euro e caratteristiche molto interessanti come la fotocamera da 48 Mpixel.

Redmi vive come marchio indipendente da gennaio di quest’anno; di proprietà di Xiaomi, propone smartphone caratterizzati da un costo più basso ma dotati comunque di caratteristiche tecniche tipiche dei modelli di fascia media.
Il Redmi Note 7 è stato annunciato ufficialmente in Italia il 12 marzo e costa 179,9 euro nella versione base da 3+32 GB e 199,9 euro in quella con 4+64 GB di memoria. È caratterizzato da un ampio schermo da 6,3”, dal nuovo processore Qualcomm Snapdragon 660 e da una doppia fotocamera da 48+5 Mpixel.
Il rapporto funzionalità/prezzo sembra dunque la freccia migliore nell’arco del Redmi Note 7, che anche nell’aspetto esteriore e nei dettagli costruttivi richiama concorrenti più costosi.

Redmi Note 7

Il Redmi Note 7 è un vero phablet, il grande schermo è costruito in tecnologia Ips e ha una risoluzione di 2.340 x 1.080 pixel. Il rapporto di 19,5:9 comunque lo rende comodo da impugnare e può essere utilizzato con una sola mano senza troppi problemi.
Le dimensioni sono di 159,2 x 75,2 e lo spessore è di 8,1 mm; il peso è di 186 grammi. Non un peso piuma, né una sogliola, ma c’è da dire che la batteria integrata è da ben 4.000 mAh. Il sensore per le impronte circolari è posto sul retro.

Redmi Note 7

La protezione anteriore e posteriore è in vetroGorilla Glass 5. Il display da 6,3” offre immagini molto nitide e luminose, anche in esterni, ma la taratura colore non è molto naturale.

Il processore Snapdragon 660 è costruito a 14 nanometri e ha otto core Kryo 260 funzionanti a una frequenza massima di 2,2 GHz. È un modello recente, dotato di Gpu Adreno 512, del Dsp (Digital Signal Processor) Qualcomm Exagon 680 e del modem Lte X12 (600 Mbps in downlink e 150 in uplink).
Abbiamo provato il modello con 4 GB di Ram e 64 GB di storage e le prestazioni sono apparse interessanti; non abbiamo notato rallentamenti (neanche con i giochi) e il calore prodotto è moderato.
Lo storage può essere espanso aggiungendo una scheda Micro Sd (che però occupa lo slot dedicato alla seconda Sim Card).

Un rapido test con il benchmark Antutu mostra delle prestazioni interessanti.

La dual camera posteriore sporge parecchio dal telaio, per fortuna in dotazione viene fornita una cover. È composta da un sensore principale da 48 Mpixel prodotto da Samsung, con dimensioni dei pixel di 1,6 micrometri. L’obiettivo ha un’apertura F/1.8 e l’autofocus è di tipo phase detection. Il secondo sensore da 5 Mpixel serve per valutare la profondità della scena.

Redmi Note 7

Le foto scattate non sono (ovviamente) a livello di quelle del Mi 9, che prevede anch’esso un sensore da 48 Mpixel ma di ben altra fattura e con un corredo di lenti superiore. Le foto si fanno comunque apprezzare; di giorno l’esposizione della scena viene valutata correttamente anche con zone d’ombra, vengono restituiti molti dettagli e i colori appaiono abbastanza naturali.
Di notte si apprezza il poco rumore generato nella foto, anche perché il valore ISO equivalente non viene sparato troppo in alto. Le immagini ottenute sono a risoluzione 4.000×3.000, quindi 12 Mpixel, il che suggerisce una configurazione del sensore a matrici di 4 pixel.

Per quanto riguarda la dotazione accessoria, c’è il supporto alle reti Wi-Fi 802.11ac, la porta dati/ricarica è in standard Usb type C, c’è Bluetooth in versione 5.0 e persino il sensore a infrarossi per usare il telefono come telecomando universale. Manca però la connettività Nfc, un vero peccato adesso che le forme di pagamento contactless via smartphone stanno finalmente prendendo piede.

Altro particolare piacevole, la presenza del jack standard da 3.5mm per le cuffie o gli auricolari (che vanno comprati a parte). Nella scatola, oltre alla cover, c’è un alimentatore da 5V/2A e il cavo Usb; lo smartphone supporta la ricarica veloce Qualcomm Quick Charge 4.
L’interfaccia utente è la solita Miui, qui in versione 10.2, su base Android 9.

Il Redmi Note 7 sarà disponibile a partire dal 15 marzo, nella versione 4+64 GB, nello store online mi.com/it, presso i Mi Store autorizzati e presso le catene Unieuro, Mediaworld, Trony, Expert e Euronics.

La versione 3+32 GB sarà disponibile invece dal 21 marzo, acquistabile su mi.com/it, nei Mi Store e su Amazon. Vista la poca differenza di prezzo, la versione con 4 GB di memoria e 64 GB di storage appare più allettante.

PCProfessionale © riproduzione riservata.