News

Ricertificato WD: lo storage conveniente. Ecco le offerte

Damiano Ruggiero | 23 Novembre 2016

WD

Se necessitate di più spazio per archiviare documenti e file o semplicemente vi serve averli sempre con voi, allora dovreste dare un’occhiata ai ricondizionati Western […]

Se necessitate di più spazio per archiviare documenti e file o semplicemente vi serve averli sempre con voi, allora dovreste dare un’occhiata ai ricondizionati Western Digital. L’azienda di Irvine infatti propone, attraverso il proprio sito, molte soluzioni di storage che potrebbero soddisfare l’intera clientela.

Rovistando sulla pagina ufficiale c’è una sezione dedicata a questi prodotti ricertificati: l’elenco è ovviamente accompagnato da una breve scheda tecnica e dal prezzo. Tutti gli articoli godono di una garanzia limitata di 6 mesi e sono testati secondo le norme di qualità  della Western Digital.

Una soluzione consona per chi non si ferma mai, per lavoro o per semplice piacere, è rappresentata dal WD Elements Portable: si tratta di un dispositivo dal design elegante e compatto misura 111 x 82 mm, con uno spessore che va da 16,3 mm a 21,5 mm a seconda del taglio. È dotato di connettività  USB 3.o, il che permette sia un’elevata velocità  di trasferimento sia l’alimentazione dell’unità  senza bisogno di alcun cavo di corrente. Il modello base, con capienza da 750 GB, costa 44,99€; addirittura con 41,99€ ci si può portare a casa la versione da 1 TB. Il taglio da 1,5 TB costa 54,99€, quello da 2 TB 61,99 euro e infine con soli 89,99€ ci si può aggiudicare un dispositivo d’archiviazione, sempre dalle dimensioni ridotte, di 3 TB.

Per quanto riguarda My Book, invece, si tratta di una soluzione ideale per il backup di privati o aziende, grazie alle versioni da 2, 3 o 6 TB. Anche lo storage desktop My Book è ottimizzato per trasferire i dati alla massima velocità  possibile con le porte USB 3.0. Inoltre, grazie al software WD SmartWare Pro si ha la possibilità  di scegliere se effettuare il backup dei file sull’unità  My Book oppure sul cloud, utilizzando magari il proprio account Dropbox. Il dispositivo ha misure piuttosto contenute, 170,6 x 139,3 x 120 mm ed è compatibile con i più recenti sistemi Windows e Mac. La versione  base da 2 TB si trova in saldo a 51,99€, mentre per quella da 3 TB si arriva a spendere 84,99€. Infine per il modello da 6 TB si sale a 134,99€, cifra comunque conveniente.

Western Digital (WD)

Storage

Western Digital, ancora menzogne sugli HDD (da 5400 RPM)

Alfonso Maruccia | 10 Settembre 2020

Storage WD

L’azienda americana colta ancora una volta a mentire ai clienti. La bugia questa volta riguarda l’effettivo numero di rotazioni al minuto (RPM) degli HDD WD, superiori rispetto a quanto dichiarato.

Dopo lo scandalo dei dischi SMR commercializzati in maniera incorretta (ovvero come CMR) e i guai legali che ne sono conseguiti, Western Digital rischia ora di affrontare l’ennesima tempesta a causa di una nuova bugia sugli hard disk venduti ai consumatori. Come al solito, la risposta tende a giustificare un comportamento che i suddetti consumatori potrebbero trovare incorretto. Se non addirittura illegale.

L’origine della menzogna questa volta si trova nel numero di rotazioni al minuto (RPM), un valore utile a stabilire le prestazioni di un HDD e che in genere si declina nelle classi da 5400 RPM e 7200 RPM nei dischi per PC desktop e laptop. WD avrebbe commercializzato come 5400 RPM alcuni dischi con performance da 7200 RPM, e la cosa non è positiva come potrebbe sembrare a prima vista.

HDD

Secondo le analisi di terze parti, le prime delle quali risalgono già a un anno fa, un test con analisi spettrale del rumore prodotto dai dischi in rotazione smaschererebbe alcuni dischi di “classe 5400 RPM” come vicini al regime di rotazione tipico della classe superiore (7200 RPM). Un disco che va a 7200 RPM è in genere più veloce e performante di uno a 5400 RPM, ma produce anche maggior rumore, calore e consuma più energia elettrica.

Interrogata sulla questione, WD ha confermato che, di fatto, la classe di rotazione specificata sulla scheda dei suoi prodotti è solo carta straccia: la corporation è solita selezionare i suoi HDD specificando una “classe di prestazioni” piuttosto che indicare il numero di giri al minuto effettivi. Una pratica che andrebbe a vantaggio dei clienti, mentre tutti i dettagli più significativi (consumi, rumore e performance) sono valutati rispetto delle specifiche finali. Dire come stanno le cose sempre e comunque non sembra invece far parte della politica aziendale di WD.

Western Digital (WD)

Storage

Western Digital, nuovi SSD My Passport a tutto NVMe

Alfonso Maruccia | 24 Agosto 2020

Storage WD

La corporation californiana ha presentato una nuova linea di storage esterno ad alte prestazioni. Le nuove unità My Passport sono veloci, e costose, ma hanno una garanzia di cinque anni.

Dopo la brutta storia degli HDD SMR venduti come drive meccanici “standard” e la class action che ne è conseguita, Western Digital è ora impegnata a lanciare una nuova linea di unità di archiviazione a stato solido esterne. I dischi SSD My Passport offrono prestazioni da primi della classe ma a un prezzo prevedibilmente proporzionale.

WD My Passport SSD NVMe - 1

Destinati agli utenti che vogliono accelerare la loro produttività senza rinunciare allo stile, dice WD, i nuovi dischi My Passport offrono un design estremamente riconoscibile e un involucro di metallo con quattro diverse tonalità di colore. Sotto la scocca batte il cuore di un SSD NVMe, protocollo di comunicazione sempre più popolare che permette di raggiungere prestazioni mai viste prima.

https://www.youtube.com/watch?v=bRLOeFHVPFY

I dischi SSD My Passport includono infatti una velocità di lettura massima di 1.050 MBps e una velocità in scrittura di 1.000 MBps, sono compatibili con PC e Mac e necessitano di una connessione USB 3.2 Gen-2 per dare il meglio di se. Inclusi nel pacchetto un software di backup, la cifratura hardware dei dati tramite algoritmo simmetrico AES-256 e la capacità di resistere a urti e cadute accidentali.

WD My Passport SSD NVMe - 2

Tutte le nuove unità My Passport NVMe includono una garanzia limitata di 5 anni, mentre per quanto riguarda le taglie sono già disponibili per i preordini le versioni da 500 gigabyte e 1 terabyte. In futuro arriverà anche una ulteriore, costosissima versione da ben 2TB.

WD My Passport SSD NVMe - 3

Il prezzo, infine: sullo store ufficiale WD per l’Italia, i drive My Passport NVMe hanno un costo che va dai €160 per l’unità da 500GB, passa per i €261 dell’unità da 1TB e arriva a €443 per il drive da 2TB. Il software integrato nella confezione (WD Discovery) richiede a quanto pare l’attivazione via Internet, ma è un orpello di cui gli utenti avanzati potranno fare benissimo a meno in favore di soluzioni decisamente migliori.

Western Digital (WD)

Storage

Western Digital, HDD “Gold” da 18TB e “Red Plus” per i NAS

Alfonso Maruccia | 25 Giugno 2020

Hdd Nas Storage WD

Dopo il disastro dei dischi SMR, il colosso dello storage rilancia con nuovi modelli enterprise (Gold) con taglie esagerate e un nuovo brand per gli HHD per NAS ad alte prestazioni.

Western Digital è pronta a espandere l’offerta “Gold”, famiglia di hard disk magnetici dedicata al settore enterprise che ora si arricchisce di due nuove taglie da 16 e 18 terabyte. Novità arrivano anche sul fronte dei NAS “azzoppati” dai dischi SMR, con l’introduzione di una marca “Red Plus” a indicare le unità caratterizzate da prestazioni superiori (CMR).

Pensato espressamente per le aziende, i data center e gli ambienti in cui contano soprattutto affidabilità e prestazioni, il marchio WD Gold è caratterizzato dalla presenza di un sistema anti-vibrazioni, un consumo energetico ridotto e altre tecnologie avanzate. Gli HDD WD Gold sono certificati per operare in regime di utilizzo costante (24 ore al giorno, 365 giorni all’anno) e sono offerti nel classico formato da 3,5” con interfaccia SATA.

WD Gold

I nuovi modelli da 16 e 18 terabyte sono già acquistabili presso i rivenditori britannici, e costano ovviamente un occhio della testa (£472, £520). Curiosamente, i dischi non risultano ancora disponibili negli USA o altrove né sullo store Web ufficiale di WD. La garanzia dovrebbe essere la stessa dei modelli Gold preesistenti (5 anni).

Non c’è invece garanzia, né pace, per gli utenti che hanno avuto la sfortuna di incappare negli oramai famigerati HDD basati su tecnologia a tracce sovrapposte (SMR). Lo scandalo SMR ha partorito due class action, e ora WD ha deciso di rendere più riconoscibili i dischi con prestazioni inferiori lanciando il marchio Red Plus.

WD Red Plus

Il motivo del contendere è sempre l’utilizzo delle unità “azzoppate” (SMR) in configurazioni NAS, uno scenario in cui ora WD offrirà tre diverse proposte: gli HDD WD Red “lisci” useranno la tecnologia SMR e saranno consigliati per utilizzi “non intensivi”, i WD Red Plus saranno dischi a tecnologia convenzionale (CMR) per i NAS con carichi di lavoro intensivi e i WD Red Pro saranno indirizzati al settore business.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.