News

Vergani&Gasco ricevono la statuetta d’oro ai Webby Awards

Grazia Di Maggio | 18 Maggio 2017

Luigi Vergani e Nicola Gasco si aggiudicano la statuetta d’oro che conferisce al loro Style Novels, l’etichetta di miglior sito […]

Luigi Vergani e Nicola Gasco si aggiudicano la statuetta d’oro che conferisce al loro Style Novels, l’etichetta di miglior sito al mondo nella categoria Architetture/Design. Un’emozione condivisa tra le meravigliose mura de il Cipriani, nel cuore di Wall Street, durante la serata di gala.

I due fondatori sono fra i pochi ad aver vissuto l’emozione della passerella sull’ambito red carpet dei Webby Awards. La premiazione sul palco insieme a star internazionali, cantanti, modelle e così via.

Ma facciamo un passo indietro; la loro digital agency nasce nel 2000. Si occupano dell’ideazione e creazione di progetti di comunicazione digitali e i loro principi cardini sono: cura, attenzione e ricerca innovativa.

“Design with passion, from Italy”, queste le parole utilizzate dai fondatori della Vergani&Gasco sul palco al momento della premiazione per il loro “5WordSpeech”, concesso ai pochi vincitori. Luigi Vergani e Nicola Gasco hanno colto l’opportunità  di un evento con altissima risonanza mediatica a livello internazionale per gridare con forza il mantra che guida il loro lavoro: passione, orgogliosamente italiana, in ogni progetto realizzato. Il palco si è così trasformato in un’opportunità  più unica che rara (l’ultima vittoria italiana ai Webby risale a 7 anni fa) per il Made In Italy: diffondere l’eccellenza italiana anche nel campo del mondo digitale.

Style Novels, il made in Italy che vince nel mondo!

Instagram, il CEO ammette l'importanza dei video sul social

News

Il CEO di Instagram ammette l’importanza dei video sul social

Andrea Sanna | 25 Gennaio 2023

Instagram

Adam Mosseri, CEO di Instagram ammette l’importanza dei video presenti sul social network e svela il suo pensiero

Instagram negli ultimi anni ha dato via via sempre più importanza ai video, a partire dai reel. Di recente anche il CEO della piattaforma, Adam Mosseri, ha ammesso che il noto social effettivamente abbia spostato la sua attenzione su quel tipo di contenuti, rispetto a quelli fotografici, come è stato invece inizialmente.

Dopo l’acquisizione di Meta, però, anche Instagram ha subito dei cambiamenti importanti e per fronteggiare al meglio sui competitor (su tutti TikTok) ha pensato bene di dare più importanza ai video. Un qualcosa che ha fatto storcere il naso ad alcuni utenti, specie quando si parlava di modifiche, poi annullate da Instagram, riguardo un design sempre più vicino all’applicazione rivale.

Il CEO ha quindi fatto sapere di voler ristabilire un certo tipo di equilibrio tra i contenuti da mostrare ai propri utenti. Adam Mosseri ha tranquillizzato tutti e ha sottolineando come Instagram dia ancora molto importanza alle fotografia. Queste le sue parole a riguardo, che vi riportiamo qui di seguito:

“Faranno sempre parte del social e saranno sempre importanti. Penso che nel 2022 ci siamo concentrati troppo sui video e abbiamo spinto troppo in là la classifica e sostanzialmente abbiamo mostrato troppi video e non abbastanza foto”. Per poi aggiungere: “E ci saranno sempre persone che amano e sono interessate a trovare foto su Instagram e altrove. E voglio assicurarmi che siamo molto chiari su questo”.

Fatta questa importante premessa, comunque, Instagram è un social intenzionato a investire ancora sui contenuti video, perché hanno maggiormente coinvolto il pubblico.

Intanto nel corso di questa settimana, sempre Instagram, ha annunciato nuove funzionalità. Tra esse ricordiamo, per esempio, la modalità silenziosa. Oppure il poter contrassegnare i post perché poco interessanti, o ancora poter creare i post con il solo testo. Insomma tante nuove opzioni per l’applicazione che non resta sicuramente a guardare.

libero mail virgilio non funzionano

News

Libero Mail e Virgilio torneranno a funzionare tra 24/48 ore

Martina Pedretti | 25 Gennaio 2023

libero virgilio

Niente da fare per gli utenti Libero Mail e Virgilio, che continuano a non funzionare da 3 giorni, ma torneranno a funzionare tra 24/48 ore

Libero Mail e Virgilio in down da tre giorni: cosa sta succedendo

Come vi abbiamo riportato il 23 gennaio, Libero Mail e Virgilio Mail sono in down e non funzionano. Questo fatto sta continuando a protrarsi da tre giorni con 10 milioni di utenti rimasti bloccati fuori dal loro account mail.

Nel corso delle giornate Libero e Virgilio hanno rilasciato diversi comunicati dove esprimono rammarico rispetto quanto sta accadendo. Confermando poi che un disservizio del genere non sia mai avvenuto, negando fortemente attacchi cyber esterni o furto di dati.

Infatti Italiaonline ha chiarito perché si è verificato questo problema. A quanto pare l’azienda ha avviato l’uso di un’innovativa tecnologia di storage a supporto delle proprie caselle mail, fornita da un vendor esterno. Tuttavia un bug del sistema operativo ne ha compromesso il corretto funzionamento, causando il blocco delle caselle mail.

Sembra inoltre che i dati degli utenti Libero e Virgilio mail non andranno persi, e che il team stia lavorando prontamente per ripristinare il blackout quanto prima. Ciò non toglie che milioni di utenti sono chiusi fuori dal loro account mail da ben 3 giorni, tra lavoro e gestione della vita privata.

Ma ecco la comunicazione:

In questa nuova comunicazione, vogliamo iniziare scusandoci ancora una volta con i nostri utenti per il disagio e il disservizio. Leggiamo i vostri commenti e comprendiamo. Ma vogliamo soprattutto, ora che siamo in grado di farlo, condividere con voi maggiori informazioni sull’accaduto, sul lavoro che stiamo facendo e dare un orizzonte temporale per la risoluzione del problema.

Nelle scorse settimane, al fine di offrire un servizio sempre migliore e sempre più aggiornato, abbiamo introdotto un’innovativa tecnologia di storage a supporto delle nostre caselle mail, fornita da un vendor esterno, un produttore di tecnologie di storage utilizzato da alcune delle più grandi società al mondo. Purtroppo, un bug del sistema operativo ne ha compromesso il corretto funzionamento e, di conseguenza, quello delle caselle di posta presenti su di esso. Il vendor sta lavorando incessantemente per la risoluzione del problema, creando un fix per la soluzione della problematica, con il supporto di tutti i nostri team interni. Trattandosi però di un bug a livello di sistema operativo, la soluzione sta richiedendo i tempi tecnici di sviluppo, con l’obiettivo primario di tutelare l’integrità dei dati.

I tempi sono stati lunghi finora, ce ne rendiamo conto. Da 25 anni siamo il fornitore mail degli italiani, i nostri utenti non sono sparsi per il mondo, ma sono i nostri vicini di casa, i nostri amici e parenti, i professionisti del nostro Paese. Non possiamo dunque non avere come priorità la tutela dei dati degli italiani, perché sono la nostra forza. Per questo vogliamo riaprire le caselle in maniera definitiva e stabile.

Prevediamo di ripristinare la Libero Mail e la Virgilio Mail entro le prossime 24/48 ore. Siamo consapevoli che questo crea difficoltà ai nostri utenti, ma il nostro essere il provider di posta degli italiani, ci impone la massima serietà.
Come sempre, comunicheremo eventuali aggiornamenti attraverso i nostri touchpoint.

La società Italiaonline prevede quindi di ripristinare la Libero Mail e la Virgilio Mail entro le prossime 24/48 ore.

whatsapp app mac nativa (1)

News

WhatsApp lancia la sua app nativa per Mac in versione beta

Martina Pedretti | 25 Gennaio 2023

WhatsApp

Mac accoglie la sua app di WhatsApp nativa in versione beta: ecco come si presenta e quali sono le novità dell’interfaccia

Su Mac arriva l’app nativa di WhatsApp

WhatsApp ha rilasciato la sua app macOS nativa compatibile con i dispositivi Mac in una beta pubblica. Ecco quali sono le novità e come si usa.

Gli utenti che usano Mac con macOS 11 Big Sur o una versione più recente potranno scaricare la versione di prova. Inoltre, le persone con Mac Intel in grado di eseguire app create con Mac Catalyst, il programma dell’azienda per il porting di iPad POS, potranno utilizzare anche questa app nativa.

Come riportato da WABetaInfo, l’app è stata rilasciata per la prima volta in fase di test lo scorso luglio. Fino ad ora, gli utenti Mac hanno dovuto fare affidamento su WhatsApp Web o sul client web di WhatsApp. Entrambi non sono l’ideale in termini di prestazioni o per ottenere un’esperienza completa. Il nuovo client nativo è ancora in beta, quindi potrebbero esserci ancora diversi bug da risolvere.

La nuova app nativa di WhatsApp per Mac ha un’interfaccia rinnovata, divisa in tre schede. A sinistra figurano i collegamenti per le Chat, le Chiamate, le Chat archiviate, i Messaggi importanti e le Impostazioni. Nella parte centrale troviamo invece la scheda con la lista delle voci dei collegamenti. Invece a destra si trova la scheda per ogni selezione.

Tra le novità di questo supporto, indichiamo che è possibile inviare messaggi a sé stessi, come già accade anche sulle app iOS e Android

L’app di WhatsApp nativa per Mac è rappresentata da un’icona gialla. Da subito inoltre mette in chiaro di essere ancora una versione bug, come specifica la descrizione. Nell’interfaccia è anche presente un bottone a forma di insetto in basso a sinistra, per segnalare possibili bug agli sviluppatori.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.