Scattare in Raw: Adobe propone il formato DNG come standard Iso

clipboard02.pngIl problema non è certo secondario. I professionisti e i fotoamatori più evoluti scattano in Raw, si trovano quindi i dati grezzi del sensore che sviluppano in formato grafico dopo aver dosato con cura i parametri fondamentali a 12-16 bit, cioè senza intaccare la qualità  del file.

Tuttavia ogni file Raw ha delle proprietà  specifiche che dipendono non solo dal brand della fotocamera che lo genera, ma addirittura dal modello. E questo costituisce di fatto una sorta di babele di formati dove non esiste un standard.

Adobe ha imboccato la strada della standardizzazione fino dal 2004, introducendo il formato DNG inteso come Raw universale e proprio in questi giorni la casa americana sta sottoponendo il formato agli standard Iso nel tentativo di creare una piattaforma comune a tutti player del settore.

A difesa del suo progetto, Tom Hogarty, senior product manager di Adobe ha evidenziato le doti di efficienza di questo formato che permettono di comprimere le dimensioni del file mediamente di un 15% con punte del 50%, senza alcuna perdita di qualità  ed in grado anche di velocizzare il workflow rispetto ai formati attualmente in uso.

Ha poi concluso dichiarando che il successo di questa soluzione dipenderà  naturalmente dalla diffusione che riuscirà  ad avere in seno ad applicativi, case produttrici e fotografi. Potete approfondire la conoscenza del formato DNG a quest’indirizzo.

Nessun Articolo da visualizzare