Fuga di dati in Germania, colpiti 2 milioni di utenti Vodafone

Vodafone Smart AndroidUn altro attacco degli hacker infligge un duro colpo questa volta al gigante della telefonia mobile europea, vittima in Germania del furto di dati relativo alle informazioni personali di 2 milioni di clienti. Così dopo Google , Twitter e il New York Times colpiti nei loro domain server qualche settimana fa, ora è il turno di Vodafone.

La filiale tedesca della società  ha confermato che ieri alcuni hacker sono riusciti a inserirsi da una intranet aziendale carpendo dati anagrafici, indirizzi e informazioni sui conti bancari; non sono stati invece trafugati numeri di carte di credito, numeri telefonici di cellulari, password e codici Pin di accesso, sebbene l’azienda abbia messo in guardia i clienti dal rischio di phishing.

Artefice dell’ intrusione sarebbe proprio una persona che lavora per la compagnia telefonica e che ha una profonda conoscenza dei sistemi di sicurezza interni, stando a quanto ha dichiarato Vodafone. La polizia avrebbe già  identificato e rintracciato il dipendente infedele.

Evidente l’imbarazzo della società  nel comunicare  l’accaduto: “Vodafone Germania dispone di sistemi di sicurezza di alto livello che vengono costantemente aggiornati per bloccare qualsiasi nuova emergente minaccia” si legge in una nota , tuttavia questo attacco è stato di grande complessità  ed è stato facilitato dalla profonda conoscenza dei sistemi interni di sicurezza da parte di chi l’ha perpetrato.

Fortunatamente la fuga di dati è stata limitata alla sola Germania e a un piccola parte dei clienti Vodafone (che in Germania sono ben 36 milioni)  senza interessare quelli di altri paesi europei.

Nessun Articolo da visualizzare