hacker-russi-monitoravano-ucraina

Hacker russi: con malware spiavano l’artiglieria ucraina

Secondo un report di CrowStrike – azienda di sicurezza informatica – un gruppo di hacker russi avrebbe sfruttato un malware speciale, installando su smartphone Android, per spiare l’artiglieria ucraina tra l’ultima parte del 2014 fino al 2016: e secondo questi esperti, questi pirati informatici sarebbero anche responsabili delle attività  a favore di Trump durante le elezioni.

Fancy Bear – questo è il nome del gruppo di hacker – avrebbe dei legami con i servizi segreti militari russi e, secondo quanto affermato anche dalla Cia, avrebbe delle responsabilità  circa i presunti attacchi avvenuti in concomitanza delle elezioni statunitensi.

X-Agent – questo è il nome del malware – sarebbe stato veicolato tramite un forum militare sul web, nascondendolo in un’app sviluppata appunto da un ufficiale dell’artiglieria ucraina: questa applicazione ha lo scopo di assistere i militi nelle operazioni atte ad individuare la presenza di eventuali obiettivi da attaccare.

Tramite il malware, gli hacker avrebbero acquisito dati sulle conversazioni telefoniche nonché sulla geolocalizzazione degli utenti.

Nessun Articolo da visualizzare