Durante l’operazione parte l’antivirus, interrotta per ripristinare il computer

Secondo un report della Food and Drug Administration, l’agenzia governativa americana che protegge la salute dei cittadini, a febbraio si è verificato un incidente in un ospedale il cui nome non è stato reso noto che ha coinvolto un computer e che ha messo potenzialmente in pericolo la vita del paziente che in quel momento si trovava sotto i ferri in sala operatoria.

I medici stavano realizzando una cateterizzazione cardiaca, una procedura che consente al medico di analizzare il funzionamento del cuore inserendo un catetere in un vaso ematico del braccio o della gamba e guidandolo al cuore con l’aiuto di macchinario a raggi X e del mezzo di contrasto.

La macchina a cui i dati sono trasmessi si chiama Merge Hemo e permette di monitorare lo stato del paziente. Durante l’operazione è partita la scansione automatica dell’antivirus che ha fatto crashare il programma probabilmente scansionando i file in uso.

Il problema ha bloccato l’operazione per cinque minuti in cui il paziente è stato sedato.

Merge fornisce indicazioni specifiche per configurare il computer in modo che non si verifichino tali inconvenienti ma l’ospedale non aveva provveduto.

L’operazione si è conclusa con successo senza danni per il paziente.

Nessun Articolo da visualizzare