Malware in crescita sui sistemi mac OS

Per molto tempo una delle cose migliori nell’avere un Mac era il fatto di essere inattaccabili dalla maggiori parte dei malware. In questi anni però i pc di casa Apple stanno attraendo sempre più acquirenti e questa popolarità  li ha messi nel mirino dei malintenzionati.

Stando infatti all’ultimo report di McAfee Threat, le minacce nel 2016 verso i sistemi macOS è cresciuta addirittura del 744% in confronto all’anno precedente. McAfee ha infatti identificato ben 460.00 episodi di malware creati appositamente per la “mela”, sebbene la maggior parte di essi sia adware, programmi che presentano al loro interno inserzioni pubblicitarie e come tali non sono nocivi per i pc o per l’incolumità  dei vostri dati.

Tuttavia sono stati riscontrati anche software più dannosi. È il caso del documenti Word con macro: qui uno script contenente nel file serviva a mettere in contatto il Mac colpito con un server remoto dal quale scaricare il malware vero e proprio. Lo scorso gennaio invece si era verificato un attacco di tipo denial-of-service: il malware faceva aprire migliaia di mail finché il computer non saturava la RAM e andava in crash. La buona notizia è che bastava un semplice aggiornamento a macOS 10.12.2 perché Safari riconoscesse questo tipo di minaccia.

Nonostante i dati sottolineino una diffusione maggiore di software malevoli, per i Mac sono ancora pochi se paragonati ad altre piattaforme. Evitare minacce di qualsiasi genere è piuttosto semplice: bisogna limitarsi ad installare software che sono stati considerati affidabili dall’App Store e non avrete problemi.

 

Nessun Articolo da visualizzare