GFI Languard: la rete sotto controllo

Per garantire la sicurezza dei computer di una rete aziendale purtroppo non basta installare un buon antivirus. Bisogna mantenere aggiornati tutti i programmi, verificare che i dispositivi di rete non siano affetti da qualche pericoloso bug e che a tutti i Pc collegati non manchi qualche importante  patch di sicurezza. Tutte queste attività  devono essere svolte in modo preciso e scrupoloso da una persona competente, perciò comportano un costo elevato, soprattutto per le aziende di piccole o medie dimensioni che spesso non dispongono di personale dedicato a queste mansioni.
gfi-languard.jpg
L’interfaccia di Languard, organizzata in schede a linguetta, è ben strutturata e permette di accedere facilmente a molte informazioni utili.
.
Gfi sviluppa da tempo Languard, un prodotto che può semplificare la vita degli amministratori di rete o di chi si occupa dell’infrastruttura informatica. Questo “guardiano” della Lan può analizzare direttamente computer e dispositivi collegati alla ricerca di eventuali problemi di sicurezza. È in grado di analizzare lo stato dei sistemi Windows e rilevare la mancanza di patch importanti; può controllare che le applicazioni installate non presentino vulnerabilità  e verificare anche dispositivi di rete come router, switch o access point per scoprirne eventuali debolezze. Gfi ha recentemente reintrodotto anche una versione freeware del prodotto: il sistema di licenze previsto dalla software house è basato sui numeri Ip dei dispositivi che devono essere analizzati e l’uso di Languard fino a un massimo di 5 indirizzi Ip è ora gratuito. È bene tenere presente che il numero di indirizzi Ip di una rete locale è generalmente superiore a quello dei computer disponibili: hanno infatti un indirizzo Ip anche i dispositivi come router, switch, access point, dischi e stampanti di rete. La versione gratuita di Languard è dunque adatta esclusivamente a realtà  molto piccole. Languard può essere installato su un solo Pc e può gestire direttamente la scansione di tutti gli altri computer e dispositivi raggiungibili. Perché possa svolgere tutte le analisi necessarie gli si possono fornire username e password dei dispositivi da scandire. Per evitare che firewall personali o altri software di protezione interferiscano con Languard si può anche installare il pacchetto direttamente su ogni Pc. Il programma sviluppato da Gfi si aggiorna automaticamente e può anche scaricare l’elenco aggiornato delle patch Microsoft in italiano: può persino scaricare e installare le patch di sicurezza eventualmente mancanti  e provvedere all’installazione.
gfi-languard-voto.pngAl crescere del numero dei dispositivi presenti sulla rete si apprezzano alcune delle funzioni più avanzate del pacchetto, come la dashboard che permette di visualizzare lo stato dei computer analizzati e l’andamento del loro livello di sicurezza, oltre alla possibilità  di pianificare le scansioni e gestire centralmente i computer usando il protocollo remote desktop. Si può anche definire una lista di applicazioni non autorizzate che verranno segnalate come pericolose durante le scansioni dei computer. Il programma esamina persino l’hardware del computer, indicando se sono collegate periferiche Usb, modem o altre periferiche simili.

I risultati dei test in genere sono corredati da informazioni utili alla risoluzione del problema. Il software include alcune utility integrate nel pannello principale, tra cui segnaliamo Dns Lookup, Traceroute, Whois e SNMP Audit. La guida in linea è ben organizzata e rispecchia la struttura del programma: è apprezzabile anche la possibilità  di consultare la Knowledge Base, i forum e il Support Center di Gfi direttamente dall’interfaccia dell’applicativo, all’interno della scheda General.

Da PC Professionale di luglio 2009

PCProfessionale © riproduzione riservata.

3 Commenti

  1. ho provato il software e veramante analizza in modo approfondito la rete.Linux e’ una buona idea ma mal praticabile in azienda.

Comments are closed.