Videosorveglianza completamente wireless con Arlo

L’idea alla base del nuovo sistema di videosorveglianza Netgear è tanto semplice quanto geniale: utilizzare delle videocamere alimentate a batterie, in modo da poterle posizionare liberamente, spostarle a piacimento e di conseguenza rendere l’installazione alla portata di chiunque e non necessariamente di un tecnico specializzato. Il kit si compone di una stazione ricevente, da collegare alla rete Internet tramite il modem/router di casa, e da una o più videocamere. Il collegamento a Internet è obbligatorio perché tutto il sistema lavora sul cloud; la registrazione dei filmati avviene sui server remoti di Netgear, idem per la configurazione e la gestione del tutto. Non è prevista la possibilità  di registrare i video in locale (né su un Nas né su scheda di memoria). Il vantaggio di tale soluzione è l’estrema semplicità  di utilizzo e la possibilità  di usare anche un’app per smartphone (Android o iOS) per tutte le operazioni.
[divider]
In vendita su Amazon.it
[asa PCPRO]B00TDNYNP8[/asa]
[divider]
Il kit base costa 299 euro e comprende la stazione ricevente, una videocamera, quattro batterie e due supporti magnetici da parete o soffitto. La videocamera può anche essere semplicemente poggiata su un piano ma in questo caso non è possibile orientarla; la base magnetica adatta allo scopo è opzionale e costa 29,99 euro. In commercio esistono anche kit da due (459,99 euro) e da tre videocamere (599,99 euro). Una videocamera aggiuntiva costa 189,99 euro. Per quanto riguarda i dati tecnici, la videocamera registra a risoluzione massima di 1280 x 720 pixel con compressione H.264, ha un angolo di ripresa di 130 gradi e un led a infrarossi per le riprese in notturna.

La base orientabile da tavolo è opzionale e costa 29,99 euro. In dotazione c'è quella da parete/soffitto (nella foto a sinistra), da fissare con una singola vite con tassello. L'attacco alla videocamera è di tipo magnetico.
La base orientabile da tavolo è opzionale e costa 29,99 euro. In dotazione c’è quella da parete/soffitto (nella foto a sinistra), da fissare con una singola vite con tassello. L’attacco alla videocamera è di tipo magnetico.

Il telaio è impermeabile a polvere e liquidi secondo le specifiche IP65 e dunque può essere collocata anche all’esterno; la distanza massima dalla stazione ricevente è di 90 metri. Questo è probabilmente il fattore più allettante per l’acquisto: poter piazzare ovunque delle videocamere senza preoccuparsi dei cavi di alimentazione, ad esempio in un giardino, su strade o vialetti, in cantine o terrazzi. Il secondo vantaggio è la mobilità : le videocamere possono essere spostate a piacimento, per esempio dalla camera dai bambini al soggiorno, senza nessuna operazione aggiuntiva.

Le videocamere funzionano con quattro batterie CR123, molto utilizzate in ambito fotografico, che secondo Netgear offrono da quattro a sei mesi di autonomia. Sono batterie abbastanza costose, a partire da tre euro a seconda della marca; inoltre non c’è una presa per collegare un alimentatore esterno. A nostro avviso sarebbe stato utile prevedere la possibilità  di collegare un alimentatore, anche da comprare a parte, per non essere vincolati sempre e comunque alle batterie.

La qualità  dei filmati è buona, sono nitidi e fluidi anche di notte. Manca completamente la registrazione audio, una funzione presente anche su prodotti ben più economici e che sarebbe stata utile anche nell’attivazione automatica della registrazione. Il sistema Netgear non è previsto per la registrazione continua 24 ore su 24, perché le batterie si esaurirebbero rapidamente. La registrazione avviene in modo manuale dall’app o dal Pc, oppure in automatico nel momento in cui si rileva del movimento.

Installazione e gestione

Mettere in opera il kit Arlo è davvero alla portata di chiunque. Bisogna collegare la base alla rete tramite un cavo Ethernet e aprire da Pc la pagina Web https://arlo.netgear.com. Si crea un account e si sceglie il tipo di abbonamento al servizio cloud. Quello Basic è gratuito e offre un gigabyte di spazio per le registrazioni, sufficiente per sette giorni di riprese. Prevede al massimo cinque videocamere. Il piano Premium offre 10 Gbyte (30 giorni di riprese), supporto tecnico avanzato e fino a 10 videocamere; costa 8,99 euro al mese oppure 89 euro all’anno. Il piano Elite prevede 100 Gbyte di spazio (60 gg di riprese), fino a 15 videocamere e tre stazioni base, al costo di 13,99 euro al mese o 139 euro all’anno.
Dopo aver scelto il piano, una procedura guidata provvede a sincronizzare le videocamere con la base e si è pronti per l’utilizzo.

Tutte le operazioni, compreso il setup iniziale, si effettuano tramite browser Web o tramite l'app per iOS o Android. L'intera gestione del sistema Arlo avviene via cloud.
Tutte le operazioni, compreso il setup iniziale, si effettuano tramite browser Web o tramite l’app per iOS o Android. L’intera gestione del sistema Arlo avviene via cloud.

Non c’è nulla da configurare a livello di rete: la base ricevente prende un indirizzo Ip automaticamente (assicuratevi che il router abbia il server Dhcp attivo) e la connessione con la videocamera è totalmente trasparente. Non c’è nessuna possibilità  di intervento, ad esempio per cambiare l’indirizzo Ip o i parametri wireless (Arlo utilizza un’implementazione proprietaria dello standard 802.11n). Nei nostri test tutto ha funzionato al primo colpo e la procedura richiede non più di 10 minuti. Un requisito importante è una solida connessione a Internet, Netgear raccomanda una banda passante in upload di almeno un megabit al secondo.

L’interfaccia di gestione ha sulla pagina principale le varie finestre che permettono di attivare le videocamere e monitorare l’ambiente; la seconda pagina mostra lo storico delle registrazioni, con la possibilità  di cancellarle, salvarle in locale o marcarle come “preferiti” (nel caso si esaurisca lo spazio, il sistema inizia a cancellare i filmati più vecchi).

La terza pagina permette di attivare il motion detection. Si può impostare una programmazione nell’arco delle 24 ore su base settimanale, definendo alcune regole del tipo if/then per ogni videocamera. L’ultima pagina è quella delle impostazioni generali; da qui si può scegliere la qualità  dei filmati (massima, ottimizzata, risparmio batterie), impostare le notifiche via email (esaurimento batterie o spazio sul cloud, rilevazione movimento). Le possibilità  di personalizzazione sono alquanto limitate; per esempio, non si può definire una zona d’intervento del motion detection, ma solo impostarne la sensibilità  su una scala da 1 a 100. L’interfaccia via Web avrebbe bisogno di una più attenta traduzione in italiano, molte frasi restano in inglese o non sono tradotte in modo tecnicamente perfetto. Il manuale utente completo, scaricabile dal sito Web di Netgear, è in inglese; solo la guida rapida di installazione è disponibile in italiano.

Netgear-Arlo-screenshot---2

Alla fine delle nostre prove possiamo concludere che sicuramente il sistema Arlo funziona, e anche molto bene. Le app per smartphone sono solide e complete e la semplicità  di installazione e utilizzo è disarmante. I video sono di buona qualità  e la versatilità  di un sistema wireless al 100% è senza paragoni sul mercato.

D’altro canto, si tratta di una soluzione piuttosto costosa (anche in termini di batterie), totalmente proprietaria (non c’è alcun supporto ad altri standard come Onvif), poco personalizzabile a livello di rete e basata interamente sul cloud, senza possibilità  di registrazione in locale. Se però una videocamera totalmente wireless è l’unico modo per monitorare un ambiente che non ha una linea elettrica accessibile, anche all’aperto, allora Netgear Arlo può rappresentare l’unica soluzione possibile. Stesso discorso se siete totalmente digiuni di nozioni di networking o di sicurezza ambientale. Per applicazioni critiche dove è richiesta la registrazione continua, una solida soluzione cablata con un apparato Nvr (Network Video Recording) resta a nostro avviso ancora preferibile.
Pasquale Bruno

Netgear Arlo

Da euro 299 Iva inclusa
Prezzo per il kit con una videocamera.

+ PRO
Videocamere senza cavi
Kit semplice da installare e da usare
Espandibile fino a 15 videocamere

– CONTRO
Alimentazione solo a batterie
Non supporta l’audio
Non registra video in locale
Sistema proprietario

Produttore: Netgear, www.netgear.it

Nessun Articolo da visualizzare