A caccia di offerte con Facebook Deals

Il nuovo servizio lanciato ieri in cinque paesi europei, tra cui l’Italia, è rivolto agli utenti mobili e si basa su offerte geolocalizzate da condividere e far conoscere ai propri amici. Si comincia con cinque partner AC Milan, Benetton. Poste Italiane, Tim e Vodafone. In palio ci sono sconti e promozioni ma anche iniziative di beneficenza e solidarietà .
Facebook Deals è un’estensione di Places, Luoghi, il servizio lanciato a settembre che sfrutta la geolocalizzazione per far sapere ai propri amici dove ci si trova in quel momento e magari scoprire chi tra i propri contatti è nelle vicinanze.
“Deals, lanciato negli Stati Uniti a settembre, è un po’ il completamento di Places, nonché il motivo che rende interessante far sapere a un amico dove mi trovo” spiega Luca Colombo, country manager di Facebook Italia, nel delineare il servizio. Facebook è per sua natura un network che si fonda sulle relazioni tra le persone e sulla condivisone delle reciproche esperienze: Considerato che ogni utente ha in media 130 contatti, poter utilizzare questo passa parola virale per pubblicizzare delle offerte e promozioni è una grande opportunità  per le aziende interessate e in prospettiva soprattutto per i piccoli operatori commerciali che attraverso la geolocalizzazione possono farsi conoscere e attirare nuovi clienti.

Ma vediamo come funziona Facebook Deals: innanzitutto vi si accede solo da telefono mobile (sono supportati iPhone e Android per il momento) e dopo essersi registrati a Places: a questo punto appare una lista di luoghi nelle vicinanze e quelli che propongono offerte e promozioni vengono segnalati da un’icona gialla. Cliccando su uno di questi si può vedere l’offerta e registrarsi con il cosiddetto check-in. A questo punto basta recarsi nel punto vendita e mostrare lo schermo del telefonino pero ottenere lo sconto.
Le offerte, ci tiene a precisare Facebook, sono stabilite dalle aziende e il social network fa solo da tramite, senza trarre alcun vantaggio economico diretto né in termini di revenue sharing dai partner. Si possono scegliere diverse forme di offerte: individuali, legate a una promozione o a un omaggio che si può ottenere una tantum; offerte “amici” che possono essere sfruttate registrandosi insieme a un gruppo di amici: offerte fedeltà  (ricompense ai clienti affezionati) e offerte beneficenza in cui le aziende fanno una donazione a un ente benefico.

Vediamo ad esempio cosa propongono i cinque partner italiani: AC Milan, in occasione di Milan-Lazio oggi 1 febbraio ore 20.45 e di Milan-Parma (sabato 12 febbraio ore 18:00) dà  la possibilità  a chi effettua il “check in” presso lo stadio di San Siro tramite Facebook mobile di usufruire del 15% di sconto sugli acquisti presso il Milan Store, il negozio rossonero situato nel piazzale di San Siro. La promozione è valida solo nelle giornate di partita, dall’apertura dei cancelli a fine gara. Tim fino al 5 febbraio offre uno sconto del 50% a chi attiva la Tim Card con tariffa Tim6. Poste italiane fino al 28 febbraio promuove gli sconti Banco Posta: chi paga con Banco Posta nei punti vendita convenzionati, otterrà  sconti dal 2% al 40% e per i primi 10.000 check-in Poste italiane devolverà  insieme a MasterCard 2 euro in beneficenza a tre onlus. Anche Benetton partecipa al lancio di Facebook Deals in ben cinque paesi europei con un progetto di beneficenza a favore di Architecture for Humanity, mentre Vodafone offre sconti sull’acquisto di file Mp3.

Sconti a parte Facebook Deals rischia di diventare per molti una forma di spam: quando si esigue il cosiddetto check-in infatti l’offerta viene automaticamente propagata a tutta la rete dei propri contatti. E’ vero che si può scegliere di inviare il deal solo ad alcuni e ad altri no, ma sta di fatto che la propagazione è automatica, e la si può evitare solo cancellando dalla propria bacheca i messaggi provenienti da quel contatto.

Del resto i numeri danno ragione a Facebook: in Italia gli utenti che accedono al social network da cellulare sono 4 milioni, su un totale di 18 milioni di utilizzatori mensili. Una percentuale che tocca il 65%, decisamente più alta della media globale che vede a 200 milioni gli utenti mobili su un totale di 500 milioni di iscritti. Anche il servizio Places su cui si basa Deals in Italia ha avuto ottimi numeri visto che lo utilizza circa 1 milione di persone. Insomma le premesse ci sono tutte, sarà  interessante vedere l’evoluzione di Facebook Deals anche in funzione dell’arrivo dei sistemi di mobile payment che consentiranno di completare l’acquisto da cellulare.

PCProfessionale © riproduzione riservata.

Comments are closed.