Come portare gratis on line le Pmi

Nasce il progetto congiunto La mia Impresa online.it, promosso da Register.it, Poste italiane, Seat PG con Pagine Gialle e Google, per avvicinare le piccole imprese a fare business con la rete attraverso un’offerta gratuita di servizi. Oggi solo il 2% delle nostre aziende opera su Internet, ma il mercato potenziale è enorme: con 4 milioni di aziende con meno di dieci dipendenti di cui solo il 20% dispone di un sito Internet le opportunità  di creare business con la rete sono illimitate. Chi opera in questo settore da anni, come ad esempio Seat Pagine Gialle o Dada, ha già  sviluppato soluzioni ad hoc per le pmi: “abbiamo realizzato oltre 200.000 siti e portato on line 230.000 clienti, dice Alberto Cappellini AD di Seat, mentre Dada attraverso Register.it gestisce un milione e 600.000 domini in tutta Europa per oltre 500. 000 siti e clienti.
La Mia Impresa Online.it nasce dall’idea di mettere a fattor comune queste competenze già  in essere, aiutando le pmi a creare gratuitamente il loro sito e a sviluppare poi la loro attività , a rischio zero. Il programma prevede la creazione gratuita del sito, la sua promozione con pubblicità  on line tramite gli AdSense di Google e per chi lo desidera l’avvio di una piattaforma di e-commerce sempre in modo del tutto gratuito. La soluzione è modulare si può scegliere solo la componente che interessa;i clienti hanno il supporto di un call centre in tutte le fasi del progetto.

L’offerta è valida 12 mesi e prevede registrazione dominio, hosting e costruzione del sito con spazio web fino a 10 GByte, 10 caselle e-mail, sistema di statistiche in tempo reale e pannello di controllo gratuito. Google a sua volta mette a disposizione coupon adwords del valore di 100 euro per promuovere il sito sul motore di ricerca fino ad esaurimento del credito, senza lmiti temporali. Register.it invece dà  gratis per tre mesi la sua piattaforma di e-commerceche gestisce fino a 30.000 prodotti per 200 categorie e infine Poste italiane seguirà  la logistica offrendo cinque spedizioni gratuite alle prime 500 imprese che attiveranno la piattaforma e-commerce di Poste Italiane. In seguito le spedizioni costeranno 5,65 euro ciascuna.
Alla fine del periodo gratuito non c’è obbligo di rinnovo e si potrà  optare anche per il trasferimento dominio a un altro provider. Chi invece scegliesse di proseguire con la Mia Impresa Online.it avrà  condizioni di favore: il costo di gestione domini, hosting e gestione del sito con statistiche in tempo reale sarà  inferiore a 25 euro al mese, fa sapere Register.it, mentre i servizi di e-commerce costeranno 67,5 euro a trimestre cioé poco meno di 23 euro al mese.

La soluzione di e-commerce Register.it si avvale di un pannello di controllo chiaro e intuitivo, adatto anche a chi non ha conoscenze specifiche della materia: le transazioni avvengono in SSL attraverso un gateway alle principali forme di pagamento on line : Carta di Credito e PayPal. La parternship con Poste italiane e la sua rete di 14.400 uffici postali sul territorio italiano, di cui 500 dedicati solo alle imprese, consente ai merchant di avere un punto di appoggio per la spedizione del bene e l’incasso del denaro. Tra l’altro nelle prossime settimane sarà  attivato un servizio di POS virtuale gratuito per la gestione degli incassi on line.
Google ha già  lanciato progetti analoghi in Spagna e Francia con partner locali, mettendo a disposizione il programma di avertising on line AdWords oltre a un servizio di supporto telefonico per le aziende che vogliono fare campagne pubblicitarie su AdWords.
Insomma, questa volta le pmi italiane non potranno trincerarsi dietro alle solite scuse dei costi elevati e delle piattaforme di difficile gestione. Le soluzioni per fare business in rete ora ci sono e basta provarle, per giunta anche gratis.

Nessun Articolo da visualizzare