eBook, Drm e Adobe Digital Editions

Le librerie digitali italiane vendono eBook quasi esclusivamente nei formati Pdf ed ePub. Per impedire la copia e la distribuzione illegale di contenuti sotto diritti, nella maggioranza dei casi i file sono protetti con il Drm di Adobe. Questa tecnologia restringe la condivisione e la fruizione delle opere su un massimo di sei computer e sei dispositivi mobili autorizzati e configurati con lo stesso ID Adobe. Questo identificativo associa in modo univoco l’eBook scaricato al titolare dei diritti di fruizione dello stesso. In questa guida, vi illustriamo i passaggi necessari per acquistare un eBook da Pc, leggerlo e trasferirlo su un dispositivo esterno.

di Sergio Lorizio

1. Creazione di un account Adobe

Collegarsi al sito web di Adobe (clicca qui) e seguire le istruzioni a video per creare un account. Gli utenti già  registrati possono omettere questo passaggio e saltare al punto successivo.

2. Download e installazione di Adobe Digital Editions (ADE)

Collegarsi a questa pagina e scaricare l’applicazione Adobe Digital Editions, il software per la lettura e la gestione di eBook e altre pubblicazioni digitali. Il programma è stato sviluppato con la tecnologia Flash e richiede la presenza della versione più aggiornata del Flash Player. La routine d’installazione di ADE guida l’utente all’attivazione del programma, che richiede d’inserire l’identificativo Adobe creato in precedenza e di autorizzare il computer alla lettura e al trasferimento dei contenuti protetti sugli altri dispositivi intestati allo stesso utente. È bene non omettere o rimandare questo passaggio: quando ADE è usato in modo anonimo, gli elementi protetti successivamente aggiunti alla libreria personale saranno associati in modo esclusivo al Pc in uso, non si potranno trasferire né su altri computer né su altri device mobili, non si potranno ripristinare dal backup in caso di reinstallazione del sistema operativo e non saranno leggibili in caso di successiva autorizzazione con l’ID Adobe. In questo caso, per recuperare l’eBook si deve verificare sul sito web del bookstore da cui si è eseguito l’acquisto se sia possibile scaricare di nuovo il file gratuitamente.

3. Acquisto dell’eBook

Collegarsi allo store online (nel nostro esempio, Bol.it), scegliere il libro dal catalogo, procedere al pagamento con carta di credito o PayPal e avviare il download. Verrà  scaricato un file di pochi Kbyte con estensione .acsm (Adobe content server message): non si tratta dell’eBook, ma della chiave che autorizza il download del file ePub dal media server.

4. Download dell’eBook

Aprire il file .acsm con Adobe Digital Editions per scaricare l’eBook e inserirlo automaticamente nella libreria. Come detto, a un singolo ID Adobe sono associabili sei computer e dispositivi mobili. Digital Editions, almeno per ora, non permette di gestire e revocare le autorizzazioni in modo centralizzato. Se si desidera revocare l’autorizzazione sul Pc in uso, premere Ctrl + Maiuscolo + D e seguire le istruzioni a schermo.

5. Trasferire l’eBook su un dispositivo di lettura esterno

Collegate l’eReader al Pc. L’icona del lettore apparirà  tra gli scaffali della libreria e le pubblicazioni potranno esservi trasferite mediante drag & drop. Ovviamente, il lettore deve essere compatibile con il Drm Adobe e deve essere configurato con lo stesso identificativo utente per poter decodificare e visualizzare in chiaro il contenuto. Normalmente, i file presenti nella libreria di ADE sono archiviati nella cartella \Users\(nome utente)\Documents\My Digital Editions. Per conoscere la posizione del file su disco, basta selezionare l’elemento nella libreria, fare clic sulla freccia presente nell’angolo superiore sinistro del riquadro e selezionare la voce Informazioni sull’elemento dal menù contestuale. Una finestra di dialogo visualizzerà  tutte le informazioni sull’eBook, incluso il percorso del file e le autorizzazioni. Alcuni eReader in commercio, dotati di connettività  Wi-Fi o 3G, consentono di acquistare eBook anche senza bisogno del Pc, grazie al collegamento diretto a uno store online.

6. eBook con watermarking

Alcuni editori hanno scelto una forma di protezione più flessibile e meno coercitiva del Drm crittografico di Adobe: si tratta del cosiddetto digital watermarking (filigrana digitale), un marchio inserito come un “ex libris” nel file ePub o Pdf e che riporta le informazioni sull’acquirente. Il watermark non impedisce la copia per uso personale o il prestito, non impone vincoli tecnici sul numero di dispositivi su cui il file sia trasferibile e permette la lettura con tutti gli eReader compatibili con il formato specifico. Tuttavia, le informazioni incorporate nel file impediscono la distribuzione illecita in Rete perché danno modo di risalire all’autore dell’atto di pirateria, esponendolo alla pubblica disapprovazione. Per questo motivo, questo sistema di protezione è chiamato anche social Drm.

7. Leggere gli eBook protetti su dispositivi iOS e Android

Per i dispositivi iOS di Apple – iPhone, iPod touch e iPad – sono disponibili numerose applicazioni per leggere eBook e pubblicazioni nei formati Pdf ed ePub. Tra tutte, la più diffusa e apprezzata per la qualità  dell’interfaccia è iBooks della stessa Apple, che permette anche d’interfacciarsi direttamente allo store online della Mela, arricchitosi recentemente di titoli commerciali in lingua italiana. Apple, però, usa un Drm proprietario non compatibile con quello di Adobe. Gli utenti Apple che desiderano leggere gli eBook protetti con il Drm Adobe possono scaricare l’applicazione gratuita Bluefire Reader, di cui esiste una versione anche per Android. Su questa piattaforma, però, l’applicazione più nota e apprezzata è Aldiko.

PCProfessionale © riproduzione riservata.