emoji

Facebook: la vostra foto come emoji

Un nuovo brevetto depositato da Facebook fa pensare che il social network abbia allo studio di rendere la sua piattaforma ancora più personalizzata. Perché utilizzare emoji uguali per tutti per esprimere uno stato d’animo quando potremmo usare direttamente la nostra immagine?

Il brevetto, depositato il tre maggio, si focalizza sull’idea di permettere agli utenti di ridisegnare le emoticon con immagini di loro stessi, trasformando il proprio viso in una emoji. Per fare un esempio: digitando uno smile in una conversazione, comparirà  invece della solita faccina l’icona con il volto dell’utente sorridente. Il brevetto fa intuire anche un’altra possibilità  che potrebbe arricchire il già  versatile social network ovvero quella di avere in fase di digitazione il suggerimento della foto che più rappresenta l’emoticon che si vuole inserire nella conversazione.

L’idea di personalizzare sempre di più la piattaforma di Facebook è ben chiara. Recentemente sono state introdotte un nuovo set di reazioni ai post che si aggiungono al semplice Mi piace.
Se il brevetto si trasformasse in realtà  Facebook non sarebbe certo il primo social network ad avere emoji personalizzate. Slack, lo strumento di comunicazione utilizzato soprattutto in ambiti professionali per gruppi di lavoro, ha già  questa possibilità  integrata. Al momento Mark Zuckerberg non ha rivelato i suoi piani per il futuro, ma il brevetto depositato lascia pensare che ci saranno presto novità .

Nessun Articolo da visualizzare