Fotoritocco facile con Photoshop Elements 13

Proviamo il programma di Adobe: offre tante funzioni avanzate ma riesce a mettere a proprio agio persino gli utenti alle prime armi.

Nel passaggio alla versione 13 l’interfaccia e la struttura di questo software di fascia consumer per il fotoritocco sono rimaste inalterate, ed è un bene: si tratta infatti di due grandi punti di forza, che rendono Photoshop Elements un’ottima scelta sia per i neofiti sia per gli appassionati già  esperti. Come in passato, le funzioni del programma sono ripartite in due moduli: Editor, per l’elaborazione vera e propria delle immagini, e Organizer, per la gestione dell’archivio. Adesso Organizer lavora a 64 bit e può mostrare le foto nella nuova modalità  Griglia adattata, in cui le foto sono una a contatto dell’altra.

Questa disposizione permette di sfruttare al massimo l’area dello schermo, ma nasconde informazioni come data di scatto e stellette di gradimento; per vederle basta comunque attivare la modalità  Dettagli (Control D) in modo da ripristinare la consueta visualizzazione a griglia regolare delle miniature. Anche il modulo Editor lavora a 64 bit, può quindi aprire ed elaborare foto di grosse dimensioni senza incappare in blocchi o rallentamenti dovuti alla scrittura su disco dei dati temporanei. Inoltre, al pari di Organizer, supporta in modo nativo i display ad alta risoluzione per Windows (High Dpi) e OS X (Retina), di conseguenza le icone, le miniature e i testi rimangono sempre ben leggibili.

Le novità  di Editor in questa edizione sono rivolte soprattutto ai principianti che conoscono poco o nulla il fotoritocco e che rischiano di rimanere bloccati davanti ai parametri di regolazione di un filtro non solo perché non sanno come usarli ma anche perché non riescono a decidere quale sia l’impostazione migliore. Per esempio, adesso Photoshop Elements quando si fa clic sullo strumento Taglierina suggerisce quattro varianti diverse di ritaglio, che possono essere passate in rassegna facendo scorrere il cursore sopra di esse. Se nessuna risultasse soddisfacente (come è spesso capitato nelle nostre prove) si può sempre ricorrere al trascinamento delle maniglie di ritaglio nell’anteprima. Ogni filtro, nella sezione Rapida, mostra otto miniature con altrettante impostazioni, che appaiono nell’anteprima quando vi si passa sopra il mouse. Adobe ha poi aumentato il numero e il dettaglio dei suggerimenti nelle procedure guidate.

 

PhotoshopElements13-01
Photoshop Elements 13 propone all’utente quattro composizioni diverse in fase di ritaglio, selezionabili tramite le miniature in basso. Si può in ogni caso regolare a mano l’area di crop.

Nel modulo Guidata è ora disponibile la procedura Colore pop bianco e nero, che converte in scala di grigi una foto lasciando però invariato un dettaglio selezionato in base al colore. Le operazioni necessarie per questo effetto sono semplici e descritte chiaramente, e il filtro lavora bene nella maggior parte dei casi. Se i risultati non fossero quelli attesi è possibile comunque definire a mano l’area da lasciare inalterata.

Il modulo Photomerge si è arricchito nella sezione Esperti della nuova funzione Composizione, che permette di copiare un soggetto da una foto all’altra. Il programma effettua il trasferimento e – soprattutto – modifica in automatico colore e luminosità  del pezzo copiato, sfruttando lo stesso algoritmo usato da Pennello Correttivo, in modo da armonizzarlo bene con l’immagine di destinazione. I fotomontaggi che si ottengono sono effettivamente di ottima qualità . Sempre in Esperti, Adobe ha migliorato la procedura di selezione, che ora fornisce migliori risultati con i soggetti dai bordi particolarmente frastagliati e difficili da individuare. L’utente usa un pennello per evidenziare i bordi critici e il software provvede a rifinire la selezione, in maniera progressiva e controllabile.

Ricordiamo infine che Photoshop Elements 13 è in vendita anche in coppia con Premiere Elements 13, il software di Adobe per il montaggio video amatoriale. Chi è interessato sia al fotoritocco sia al video editing troverà  in questa piccola suite una soluzione interessante sia per la convenienza sia perché permette l’aggiornamento automatico di un’immagine inserita in un progetto di Premiere quando la si salva dopo il ritocco in Photoshop.
Nicola Martello

Photoshop Elements 13

Euro 102,09 Iva inclusa
Il bundle con Premiere Elements costa 153,75 euro; l’aggiornamento da versione precedente costa 83,64 euro

+ PRO
Quasi tutti i filtri offrono suggerimenti e preset per i principianti
Editor: tre modalità  di funzionamento per principianti ed esperti
Motore grafico a 64 bit

– CONTRO
Spesso i suggerimenti di ritaglio sono poco utili

Produttore: Adobe Systems Italia, www.adobe.it

Nessun Articolo da visualizzare