Google e Siae: prove di copyright in rete

ICON_MusicaAnnunciato un accordo di licenza tra Siae e YouTube, che monetizza per la prima volta l’uso della musica in streaming nei video caricati dagli utenti su YouTube. L’accordo che durerà  fino alla fine del 2012 prevede una remunerazione degli editori e degli autori e compositori titolari dei diritti d’autore, rappresentati da Siae.In sostanza ad ogni clic di un utente su un video contenente un brano musicale di un autore, quest’ultimo sarà  ricompensato per l’utilizzo della sua musica. Come, non è ancora chiaro, il meccanismo dovrebbe essere basato sul numero di clic, ma è probabile che Siae abbia anche introdotto delle fasce basate sull’intensità  di utilizzo di un brano da parte degli utenti. Quel che è certo è che gli utenti non sborseranno una lira, sarà  YouTube a corrispondere il dovuto.
Il sito è ormai diventato uno dei principali veicoli per far conoscere anche nuovi talenti musicali ed artisti esordienti e l’accordo mira a valorizzare soprattutto questi ultimi oltre che gli autori già  affermati.

Nessun Articolo da visualizzare