Internet Chiama Italia 2010

internet chaima italiaA Roma il 26 ottobre gli Stati generali delle telecomunicazioni italiane. Il Convegno promosso dall’Aiip sulla regolamentazione della rete e dell’acceso alla banda ultralarga riunisce tutti gli Internet provider italiani con i principali operatori della telefonia mobile, le autorità  garanti e le istituzioni.
E’ il primo evento organizzato dall’Associazione Italiana Internet provider, capitanata da Paolo Nuti, e il titolo suona quasi come un grido di allarme verso un’Italia che sprofonda sempre più in basso nelle classifiche europee dei paesi digitalizzati.
In ballo c’è un investimento di oltre 10 miliardi di euro (quello nella NGAN, la rete di accesso in fibra ottica di nuova generazione) che non trova un suo naturale sbocco in un modello di business comune tra gli operatori, ma c’è anche il tema del digital divide e della net neutrality.
Il convegno, che si terrà  presso la Sala del Tempio di Adriano a Piazza di Pietra, analizzerà  anche gli sforzi compiuti dal neo-ministro per lo Sviluppo Economico Paolo Romani, di riunire gli operatori intorno a un tavolo e coordinarli verso un impegno comune per il rinnovamento delle infrastrutture di rete.
Tra i relatori della giornata gli AD di Telecom, Wind, Tiscali, Vodafone, l’Autorità  Garante per le Comunicazioni, l’Autorità  Garante per la Concorrenza del Mercato, il Ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani. Interverranno anche gli Enti locali con una relazione del Presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti e il vice presidente della Regione Puglia Loredana Capone. “Sarà  una giornata importante da cui ci si aspetta potranno nascere stimoli nuovi agli investimenti per la larga ultrabanda” ha dichiarato il presidente Aiip, Paolo Nuti. E chissà  che Aiip non riesca là  dove finora altri hanno fallito.

Nessun Articolo da visualizzare