La protesta di Google Italia sugli effetti del ddl sulle intercettazioni

Il disegno di legge sulle Norme in materia di intercettazioni telefoniche, telematiche e ambientali, approvato ieri dal Governo mira ad estendere anche ai “siti informatici” le procedure di rettifica delle informazioni ritenute non veritiere o lesive della reputazione altrui.Il comma 28 dell’articolo 1, che parla di generici “siti informatici” non è sfuggito a Google Italia che sul blog ufficiale lascia a Marco Pancini, responsabile delle relazioni istituzionali di Google italia, il compito di commentarlo. L’espressione “siti informatici” comprende in un unico contenitore sia i siti professionali di informazioni, come le testate on line dei giornali, sia i siti individuali come i blog personali, equiparando un blogger amatoriale, in termini di responsabilità , al direttore di un quotidiano di importanza nazionale. Se sotto l’espressione “siti informatici” si vuole includere tutti coloro che producono contenuti, allora, conclude Pancini, ci sono dentro anche i motori di ricerca, YouTube e i social network come Facebook.Pancini ricorda anche come sul tema fossero già  stati espressi suggerimenti nella scorsa settiamana, che invitavano il legislatore a limitare l’obbligo di rettifica solo a giornali e periodici diffusi per via telematica e soggetti all’obbligo di registrazione, escludendo quindi i siti amatoriali.Così non è stato e ora bisognerà  stare attenti a tutto ciò che si scrive anche nel proprio blog personale. Chi volesse leggere un approfondimento sul tema può trovarlo a questo indirizzo.

PCProfessionale © riproduzione riservata.

5 Commenti

  1. Come al solito lo zimbello di tutta Europa, anzi di tutto il mondo… Ma gli unici responsabili sono gli elettori, che non hanno ancora capito con chi hanno a che fare. Meglio emigrare all’estero!

  2. si ma quando andremo a chiedere asilo politico a gheddafi, tutti con la foto di panzeri al collo 🙂

  3. Quel grande statista che fu Churchil diceva…

    “… nessuno può uccidere una democrazia. Le democrazie si uccidono da sole..”

    Siamo arrivati a un passo dal baratro… da una parte l’impunità assoluta per 4 persone, cittadini italiani come tutti gli altri, anzi… con piu’ responsabilità degli altri… dall’altro galera per chi osa contraddire il potere…

    Tra poco andremo noi coi gommoni a chiedere asilo politico a Gheddafi… Che tristezza…

  4. probabilmente chi ha fatto la legge non sa neppure cosa sia un motore di ricerca o un blog. Ho visto un pezzo della diretta dal parlamento mentre i gruppi parlamentari divano la loro, in tutto ci saranno state una cinquantina di persone, che tristezza.

Comments are closed.