È pronta OpenSuse 12.2

Suse annuncia l ‘ultimo rilascio della distribuzione Linux opensuse.org/12.2.che offre miglioramenti su tutti i fronti grazie a un sistema di archiviazione più veloce in Linux 3.4 e alle funzioni accelerate in glibc e Qt che offrono un desktop più fluido.

L’infrastruttura alla base di openSUSE si è evoluta portando nuove solide tecnologie come GRUB2 e Plymouth e iniziando i primi passi verso una gerarchia del filesystem Unix rivista e semplificata. Nella nuova versione sono state rifinite anche le funzioni già  esistenti che consentono di offrire un’esperienza utente migliorata da tutti i punti di vista. Il nuovo file system Btrfs propone una gestione degli errori migliorata e strumenti di ripristino.

GNOME 3.4, in rapido sviluppo, offre lo scorrimento morbido in tutte le applicazioni ed è caratterizzato da una rivisitazione delle Impostazioni di sistema e del Gestore dei contatti mentre XFCE propone un migliorato strumento per la ricerca delle applicazioni.

I cambiamenti più significativi apportati da openSUSE 12.2 riguardano Linux 3.4 che include un sistema di archiviazione veloce per prevenire blocchi durante i trasferimenti di file particolarmente grandi; glibc 2.15, la libreria di base, migliora le prestazioni di molte funzioni, specie sui sistemi a 64 bit. Systemd 44 consente avvii del sistema più rapidi, KDE 4.8.4 è basato sulle Qt 4.8.1 per rendere il desktop ancora più rispondente.

openSUSE adotta le tecnologie più recenti nell’ambito delle distribuzioni Linux man mano che queste diventano mature. Il bootloader GRUB2 è ora utilizzato in modo predefinito, gli eseguibili si trovano in /usr/bin e durante l’avvio e lo spegnimento Plymouth 0.8.6.1 fornisce transizioni prive di artefatti e ricche di animazioni attraenti.

Un’innovazione di Xorg 1.12 è il supporto dei dispositivi multitouch e delle postazioni multi-utente. Lo strumento di visualizzazione 3D llvmpipe permette a Gnome Shell e alle macchine virtuali di utilizzare la composizione anche se non è presente un supporto hardware per il 3D. GIMP 2.8 e Krita 2.4 rendono l’elaborazione delle immagini e la pittura digitale libera competitiva con gli strumenti proprietari. Tomahawk Player si impegna a rendere l’ascolto della musica presente sul tuo computer un’esperienza sociale.

LibreOffice 3.5 continua a rifinire l’esperienza utente della suite d’ufficio libera con molte aggiunte e miglioramenti. Le applicazioni di KDE 4.8.4 per la gestione della posta elettronica e degli appuntamenti sono migliorate anche dal punto di vista della stabilità . Il filesystem btrfs ora offre una gestione degli errori e strumenti di ripristino migliorati.

Il kernel 3.4 permette di controllare l’utilizzo del processore per gruppi di processi. La nuova versione di systemd offre una funzione di controllo per supervisionare i servizi sotto il suo controllo oltre a un nuovo strumento di gestione dei processi. Gli amministratori di sistema beneficeranno di una nuova suite di strumenti per la Digital Forensics/Incident Response.

Un gruppo di corposi strumenti scientifici offre agli utenti openSUSE nuove applicazioni matematiche per il calcolo numerico, la gestione e la visualizzazione dei dati. Il simulatore astronomico Stellarium permette di esplorare il cielo stellato senza un telescopio. I programmatori potranno divertirsi a utilizzare la versione 1.0.2 del linguaggio Go di Google così come il più recente standard del linguaggio C++ implementato in GCC 4.7.1 e Qt Creator 2.5.

Oltre a queste modifiche tecniche il gruppo dedicato alla documentazione ha lavorato a un’importante revisione dei manuali di riferimento e ha introdotto modifiche che semplificano la scrittura della documentazione di openSUSE per tutti i collaboratori della comunità .

PCProfessionale © riproduzione riservata.

Nessun Articolo da visualizzare