Software

MAGIX MP3 deluxe 17: la musica a portata di clic

Redazione | 1 Agosto 2011

Un software versatile per ascoltare, scaricare da Web e catalogare file audio. È compatibile con tutti i principali formati e […]

Un software versatile per ascoltare, scaricare da Web e catalogare file audio. È compatibile con tutti i principali formati e gestisce i dispositivi portatili.

Anteprima di Nicola Martello

Articolo tratto da PC Professionale 243 di giugno 2011

Questo programma mette a disposizione numerosi strumenti per catalogare i brani e migliorarne la riproduzione. Le novità  di questa edizione sono più che altro affinamenti della release precedente, segno di una raggiunta maturità . Ora MP3 deluxe è un po’ più rapido all’avvio e mostra un’interfaccia rivista secondo i canoni estetici più recenti. Nuova è la barra di comando Mini Player, piccola e compatta, che si sostituisce a quella principale mostrando solo i comandi essenziali. Più veloce è anche l’estrazione dell’audio dai Cd; adesso il programma può raccogliere in automatico le informazioni relative ai brani (titolo, autore, album e così via) ricavandole dal database on-line freeDB. Se non fossero disponibili, l’utente può impiegare le funzioni batch di MP3 deluxe per popolare i tag Id3. Questa possibilità , già  offerta dalle scorse edizioni, sfrutta una finestra dedicata e consente di ricavare con facilità  i tag dal nome e dal percorso dei file. Peccato che il programma possa elaborare solo il contenuto di un’unica cartella alla volta.

Troviamo migliorie anche nella sezione dedicata alle radio Web: MP3 Deluxe 17 può assegnare in automatico nome e tag Id3 alle canzoni registrate (le registrazioni sono programmabili con un timer). Infine, il modulo Mufin Vision supporta i computer con schermo sensibile al tocco, quindi l’utente può navigare nella libreria semplicemente muovendo le dita sul monitor. Per chi non lo conoscesse, Mufin Vision mostra sotto forma di mappa stellare a tre dimensioni i brani catalogati, e i punti luminosi corrispondenti alle canzoni sono organizzabili a piacere: è infatti possibile assegnare a ciascuno dei tre assi cartesiani, al colore e alla dimensione dei punti le caratteristiche desiderate, come il ritmo musicale, la quantità  delle parti cantate, la valutazione personale, la durata. Con pochi clic si ottiene una galassia in cui, per esempio, in primo piano si trovano i brani preferiti e in alto quelli più recenti, mentre i colori indicano lo stile musicale.

Nell’interfaccia di Mp3 deluxe 17, ricca ma ordinata, sono visibili (sopra i controlli di riproduzione) i suggerimenti di ascolto basati sulla canzone corrente.

Terminato l’elenco delle novità , segnaliamo che MP3 deluxe può creare playlist dinamiche, aggiornate poi in automatico man mano che l’utente aggiunge canzoni e assegna valutazioni di gradimento (le classiche stellette). Sono previsti quattro tipi di playlist: brani più suonati, ultime canzoni riprodotte, clip aggiunti di recente, brani musicali preferiti. Esiste anche un altro sistema per creare velocemente una playlist personalizzata (che però non verrà  aggiornata in automatico): basta selezionare una canzone e attivare il programma in modo che cerchi nel database i brani con uno stile musicale simile. Segnaliamo anche che MP3 deluxe è in grado di esportare i brani in una varietà  di formati: Mp3, Wma, Ogg, Wave, Flac e Aac (in questo caso però il codec va acquistato a parte). Inoltre può caricare i file su una varietà  di dispositivi portatili (compresi gli iPod), che mantiene poi aggiornati grazie a una funzione di sincronizzazione. Il programma è compatibile con il protocollo UPnP (Universal plug and play), quindi può mettere a disposizione di un Media Extender tutti i brani catalogati.

In conclusione , MP3 deluxe 17 è un ottimo programma per la gestione della musica digitale: semplice da usare e ricco di funzioni che rendono l’ascolto ancora più divertente e interessante. Da citare infine i due programmi a corredo: Music Editor 3.1 e Xtreme Print Studio 5. Il primo serve per l’elaborazione audio dei singoli clip, il secondo impiega l’interfaccia del vecchio Xara ed è pensato per la stampa di etichette e copertine per i Cd, create da zero oppure – più facilmente – dai template forniti a corredo.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.