microsoft-aggiornamento-bot-per-skype

Microsoft: ecco l’aggiornamento per i bot di Skype

Dopo aver fatto ufficialmente la propria comparsa nell’universo di Skype verso la fine del mese di marzo di quest’anno, Skype Bot Platform ha catalizzato l’attenzione di più di 30.000 sviluppatori. Questi ultimi, grazie all’utilizzo dell’interfaccia di Microsoft Bot Framework, sono stati in grado di realizzare dei bot personalizzati che possono essere utilizzati per offrire alle aziende una forma in più per lo sviluppo dei servizi di assistenza per i clienti.

Proprio in questo giorni, l’azienda di Redmond ha quindi deciso di rilasciare un importante aggiornamento dedicato ai bot per Skype, affinché gli stessi possano offrire una migliore esperienza utente; al tempo stesso, l’azienda guidata da Satya Nadella ha deciso anche ad estendere il potenziale in termini di API e SDK assecondando le richieste degli stessi sviluppatori.

Inutile dire che in un’epoca come la nostra, dove lo sviluppo di tecnologie legate all’intelligenza artificiale occupa un posto di primo piano, anche i bot di Skype sono strumenti con un enorme potenziale per le aziende: grazie alla capacità  di dialogare con gli utenti in merito a richieste di livello semplice, senza la necessità  di avere un operatore umano, facilitano il lavoro a tantissime piccole e medie imprese (Pmi) che possono così risparmiare sulle divisioni di supporto tecnico e commerciale. Per potenziare ulteriormente questa risorsa, Redmond ha deciso di introdurre il supporto alla chat di gruppo, ampliando i margini dell’interazione.

Microsoft ha anche lavorato per migliorare l’utilizzo delle card sui bot: ora è più facile gestire le immagini con informazioni e, ancora, si possono usare le stesse card per il log in, evitando di ripetere l’inserimento di nome utente e password. Sfruttando poi i Cognitive Services sviluppati da Bing, i bot per Skype sono ora in grado di capire meglio il linguaggio naturale delle persone.

Per farvi un’idea del potenziale di queste novità , date uno sguardo al video seguente:

Nessun Articolo da visualizzare