Multe per tre operatori del turismo on line

L’Antitrust ha sanzionato tre importanti agenzie di viaggi on line per pratiche commerciali scorrette. La multa complessiva di 415.000 euro e stata decisa al termine di tre diverse istruttorie aventi però come oggetto lo stesso tema: scarsa trasparenza delle informazioni ai consumatori, meccanismi poco chiari di garanzie assicurativa e addebiti su carte di credito non dovuti, per transazioni non completate.
I tre operatori dei viaggi on line sono stati multati con gradi di responsabilità  diverse: Expedia Inc ha ricevuto una sanzione di 210mila euro, Expedia Italy 45mila euro, eDreams 135mila e Opodo Italia di 25mila euro. Tutti e tre gli operatori dei viaggi on line avevano promosso le rispettive offerte (voli più sistemazioni alberghiere) presentando tariffe ingannevoli, che all’atto della prenotazione, risultavano non comprensive di alcune voci che facevano modificare il prezzo globale dei servizi acquistati; in alcuni casi poi per le sistemazioni alberghiere non era individuabile il prezzo finale neppure alla fine della transazione, perché risultavano escluse tasse locali o imposte.
Altra voce oggetto di sanzione è stato il blocco preventivo della somma pagata dai consumatori all’atto della prenotazione. Quando le operazioni di acquisto non andavano a buon fine il cliente doveva aspettare diverso tempo prima di ottenere lo sblocco della somma dal conto della carta di credito: Expedia ha ricevuto per questo 100.000 euro di multa, Expedia Italy 35.000 (per la gestione dei reclami) ed eDreams 80.000 euro.
<a href="https://www.agcm.it/stampa/news/5478-agenzie-di-vipedia-edreams-e-opodo-per-pratiche-commerciali-scorrette.html” target=”_blank”> L’Autorità  Garante della Concorrenza e del Mercato ha giudicato scorrette anche le modalità  di offerta della garanzia assicurativa “Opodo All Inclusive”, per annullamento del viaggio, bagaglio e spese mediche, proposta nella fase finale del processo di prenotazione, attraverso un meccanismo di silenzio-assenso. Opodo tuttavia ha subito modificato il sistema di offerta assicurativa e alla luce di questo comportamento la sanzione è stata ridotta a 5mila euro.

Infine sono stati riscontrati ostacoli e costi eccessivi peri reclami che i clienti facevano: tipico esempio le modalità  di assistenza fornite da eDreams che metteva a disposizione del consumatore un numero telefonico a pagamento dai costi particolarmente elevati e che rappresentava l’unico canale diretto di comunicazione con l’agenzia on line.

Nessun Articolo da visualizzare