Parte l’offerta commerciale Vodafone per le femtocelle

Da lunedì 18 aprile si può acquistare Vodafone Booster, il dispositivo che sfrutta la tecnologia delle femtocelle per potenziare la copertura della rete mobile all’interno di edifici e zone industriali dove il segnale è debole o non arriva.

Vodafone ne aveva annunciata la disponibilità  agli inizi di gennaio, dopo aver lanciato tale tecnologia in Inghilterra, Spagna e Grecia. Sviluppato sulla tecnologia di Alcatel Lucent, Vodafone Booster è un dispositivo che per funzionare necessita la presenza di una connessione a banda larga (non necessariamente con Vodafone ma anche con un altro operatore) attraverso la quale viene creato un punto di accesso alle reti mobili in modo da garantire ai clienti e una costante copertura sia voce che dati in un’area di massimo 500 metriquadri. Tale tecnologia supporta tutti i cellulari Vodafone con tecnologia Umts/Hsdpa, i PC e i tablet con modem Umts/Hsdpa e le Vodafone Internet Key.
A seconda del tipo di soluzione prescelta, il dispositivo può gestire fino a 8 connessioni in contemporanea, sia voce che dati. Vodafone ha reso disponibili due tipologie di offerte.
Per i privati (piccoli appartamenti, uffici e negozi) c’è Vodafone Booster V2.0c che costa 169 euro e assicura la copertura massima del segnale mobile entro 90 metriquadri e il supporto a fino quattro dispositivi connessi contemporaneamente. La versione con copertura fino a 500 mq e massimo otto connessioni contemporanee, Vodafone Booster V1.5e, costa 549 euro.
La stessa offerta è acquistabile anche da professionisti con partiva Iva e aziende con un contributo mensile di 5 euro per 24 mesi Iva esclusa (per Vodafone Vooster V2.0c) e con un contributo mensile di 19 euro per 24 mesi iva esclusa per Vodafone Booster VI.5e.

Nessun Articolo da visualizzare