snapchat-nuova-policy-ricavi-pubblicitari-editori

Software

Snapchat: nuova policy sugli introiti pubblicitari con gli editori

Davide Micheli | 21 Ottobre 2016

Social

Snapchat vuole rivedere la sua politica relativa alla ripartizione degli introiti pubblicitari a favore degli editori: questi ultimi potrebbero ricevere in futuro un forfait.

La famosa app del fantasmino, tanta cara a Mark Zuckerberg che ha pure provato ad acquisirla, continua a far parlare di sé grazie alla sua capacità  di adattarsi continuamente ai nuovi trend del mercato: ora, Snapchat, è finita sotto i riflettori della stampa in ragione della volontà  di rivedere policy relativa alla ripartizione degli introiti pubblicitari generati tramite i contenuti degli editori.

L’indiscrezione è stata riportata da Recode, che indica come l’azienda di Evan Spiegel vuole prediligere un approccio diverso con gli editori, pagando loro un importo fisso per la pubblicazione dei contenuti all’interno del servizio di messaggistica istantanea, puntando in questa maniera ad incrementare la quota degli introiti pubblicitari.

Questa nuova policy è relativa all’area “Discover” della famosa app, inaugurata lo scorso anno, dove vengono pubblicati articoli e contenuti multimediali di vario tipo: Snapchat ora vorrebbe sostanzialmente fare quanto già  avviene nel mondo televisivo, dove i network hanno già  optato per un modello simile.

I nuovi termini del servizio potrebbero toccare i vari partner dell’azienda di Evan Spiegel, tra i quali, appunto Recode, Wall Street Journal, MTV, BuzzFeed, Vice e infine Mashable.

Aggiungi alla collezione

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.